Expo 2015: il Governo conferma gli impegni

Expo 2015: il Governo conferma gli impegni

All'ottavo incontro del Tavolo Lombardia-Expo hanno preso parte anche i rappresentanti delle istituzioni coinvolte nella realizzazione dell'Expo.

di: Redazione ImpresaCity del 07/05/2012 09:00

 
Al tavolo istituzionale per il governo complessivo degli interventi regionali e sovraregionali di Expo - alla presenza, oltre che del presidente della Regione Formigoni, del vice presidente e assessore all'Industria e Artigianato Andrea Gibelli e di numerosi componenti dell'Esecutivo regionale - il Governo conferma dunque non soltanto l'importanza dell'Expo, ma anche il suo impegno per promuoverlo in tutto il mondo.
"Abbiamo verificato - ha detto il Presidente Formigoni - che siamo in grado di completare tutte le opere entro l'avvio dell'Expo (una cinquantina di infrastrutture per circa 25 miliardi di euro di valore). Il Governo, attraverso le voci del ministro per i Beni e le Attività culturali Lorenzo Ornaghi e del vice ministro alle Infrastrutture e Trasporti Mario Ciaccia, ha confermato tutti gli impegni. Abbiamo varato nuovi 'sottotavoli', per garantire la regia precisa ed efficace di materie decisive quali i servizi essenziali, l'attrattività territoriale, il sistema informativo, che si aggiungono a quello già esistente dedicato alle infrastrutture viabilistiche e ferroviarie".
expo-2015-il-governo-conferma-gli-impegni-1.jpgIl ministro Lorenzo Ornaghi insieme al presidente Roberto Formigoni.
Governo compatto, dunque, nel sostenere l'Expo. Il ministro Ornaghi ha confermato "la massima collaborazione, peraltro già in atto, fra il Ministero e la Regione per organizzare tutti gli eventi attorno all'Expo, come la messa in rete del sistema museale milanese".
Due i progetti culturali di punta, rispettivamente il restauro della Villa Reale di Monza e l'avvio del progetto della grande Brera.
Dal Mise, il Ministero per lo Sviluppo economico, massimo impegno - ha detto il vice ministro Ciaccia - "per mettere a disposizione tutta la nostra potenza di fuoco attraverso l'ex Istituto del commercio estero. L'Expo di Shanghai ha rappresentato ciò che un Paese voleva diventare, l'Expo del 2015 sarà l'occasione per mostrare ciò che il nostro Paese è".

expo-2015-il-governo-conferma-gli-impegni-2.jpgL'intervento del viceministro Mario Ciaccia. A destra il presidente Roberto Formigoni
Riconfermata, inoltre, la concessione della deroga al patto di stabilità concessa per il 2012: Il Governo - ha detto Formigoni - ha espresso la volontà politica in maniera molto chiara per l'anno 2012. "I 120 milioni di euro di deroga al patto di stabilità - ha aggiunto il sottosegretario all'Attuazione del programma ed Expo 2015 Paolo Alli - sono sufficienti a coprire l'intero ammontare delle nostre richieste". Per il futuro prossimo "la richiesta di deroga al patto di stabilità è altrettanto presente e forte - ha detto il commissario generale - sia per il 2013 che per il 2014 e il 2015".


Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Notizie dal Web

  • Flash ovunque?

    Come trarre vantaggio dalla tecnologia flash? Nella maggior parte di casi, osserva George Teixeira, CEO di DataCore, il vantaggio è riposto nell'integrazione di pool di risorse eterogenee

  • Un approccio best-in-class per l’outsourcing IT

    Quale il possibile approccio all'outsourcing rispetto alle attuali modalità con cui i clienti definiscono i nuovi investimenti?

  • Comprendere gli attacchi Scada

    L’attacco portato dal virus Stuxnet contro l’Iran nel 2010 ha alzato la consapevolezza sulle vulnerabilità dei sistemi industriali. Qual è il potenziale impatto di questi attacchi?

  • Vecchio malware, nuovi trucchi

    C’è stata un’esplosione di malware nel corso degli ultimi due anni. Quanto è seria la minaccia e come dovrebbe essere contrastata?

  • Outsourcing e Innovazione

    Nell'era digitale, i modelli tradizionali di Outsourcing dell'IT non funzionano più efficacemente ed è giunto il momento di rivederli

...continua