Regione Lombardia: approvato piano competitività da 73 milioni

Regione Lombardia: approvato piano competitività da 73 milioni

Il Piano è stato approvato nel corso della riunione del Collegio di indirizzo e sorveglianza dell'Accordo di Programma per la Competitività, composto dai rappresentanti di Regione e sistema camerale.

di: Redazione ImpresaCity del 18/04/2012 11:15

 
E' stato definitivamente approvato il Piano 2012 da 73 milioni per la competitività delle imprese e del territorio lombardo, che ha già messo in campo, dal 2006 al 2011, 380 milioni di euro.
Concorrono allo stanziamento 2012: con 39 milioni la Regione, con 31 le Camere di Commercio, mentre il rimanente proviene da altri soggetti.
Il senso complessivo del Piano è concorrere a mantenere elevato il livello di competitività del Sistema Lombardia, attraverso tre assi:

- competitività delle imprese (63 mln)
- competitività e attrattività dei territori (5,3 mln)
- progetti di sistema a supporto delle Mpmi e dell'imprenditorialità (4,6 mln).  

regione-lombardia-approvato-piano-competitivita-da-1.jpgDa sinistra, gli assessori Raimondi, Colucci, Boscagli, Gibelli, il presidente Formigoni, Aprea, Cattaneo.
"L'AdP Competitività - ha sottolineato Formigoni - è lo strumento che abbiamo costruito insieme per sviluppare un'azione comune a favore del nostro sistema economico e produttivo: uno strumento che si è rivelato un solido punto di riferimento. Dal 2006 al 2011 abbiamo messo in campo 380 milioni di euro, sulla base di una strategia comune, di obiettivi condivisi per la competitività a sostegno del tessuto imprenditoriale".  
"L'accordo - ha rimarcato con convinzione Bettoni, evidenziando la positività della linea su cui si muove Regione Lombardia - è un esempio di cooperazione istituzionale virtuoso e unico nel contesto nazionale, preziosissimo ed efficace per il sistema delle nostre piccole e medie imprese. Lo dimostrano con grande chiarezza anche le cifre a consuntivo del Piano 2011: oltre 90 milioni di stanziamenti, 50 tipi di intervento strategici e ben mirati, e un indice di utilizzo effettivo delle risorse investite straordinario: il 97 per cento".
Le priorità della pianificazione 2012 sono state illustrate dallo stesso Formigoni, che le ha così sintetizzate: "Recupero di competitività sui mercati internazionali; investimenti in innovazione; reti di imprese, intese come aggregazioni e che aumentano le capacità di innovazione e competizione; attrattività dei territori verso gli investitori internazionali; disponibilità e accesso al credito".

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Notizie dal Web

...continua