Logo ImpresaCity.it

A Pordenone Wi-Fi gratis

Nel comune di Pordenone, ELMAT e NCS Group hanno realizzato un sistema di copertura Wi-Fi tramite l'utilizzo di dispositivi Aruba Networks.

Autore: Chiara Bernasconi

Le tecnologie wireless hanno prodotto negli ultimi due decenni un cambiamento profondo nell'attività delle imprese di ogni dimensione, principalmente per via della diffusione di internet e della telefonia mobile.
Il Wi-Fi sta vivendo una fase di grande sviluppo in termini di pervasività. Le sue opportunità potenziali sono molto alte nella maggior parte dei settori e per le aziende di ogni dimensione.
A gennaio 2010, ad esempio, ci sono state 4,09 milioni di connessioni in mobilità da smartphone e netbook in Italia, un dato veramente significativo.
Un'ulteriore spinta potrebbe arrivare anche dall'ultimo Consiglio dei Ministri che finalmente ratificato la decisione di abolire le limitazioni previste dal decreto Pisanu per quanto riguarda le connessioni pubbliche alle reti Wi-Fi. Dal primo gennaio 2011 gli utenti sono liberi di collegarsi tramite Wi-Fi senza doversi registrare presentando un documento d'identità.
L'Italia era uno dei pochi paesi ad avere questa principale restrizione che condizionava l'accesso e la fruizione della rete internet.
Con la liberalizzazione del Wi-Fi, si favorisce la diffusione dei servizi di connessione e informativi per cittadini e turisti negli spazi comuni. 
E' in questo contesto generale di sviluppo  che molte amministrazioni comunali hanno deciso di investire risorse per garantire l'accesso internet gratuito mediante dispositivi mobili quali ad esempio computer portatili, smartphone o PDA ai residenti e non residenti.
Il Comune di Pordenone, ad esempio, in collaborazione con NCS Group ed ELMAT, ha previsto la realizzazione di un servizio basato su tecnologia wireless in standard Wi-Fi (IEEE 802.11), con copertura wireless di alcune aree cittadine, servizi di interconnessione incluse le attività di installazione e manutenzione, realizzazione del sistema di gestione delle rete degli utenti e controllo degli apparati.  
Per la copertura e la realizzazione delle rete wireless sono stati utilizzati mobility controller di Aruba Networks della serie 3000 che centralizzano la sicurezza e la gestione di ambienti wireless.
"Questi sistemi – dice Marco Olivieri, Brand Manager di ELMAT – sono stati appositamente pensati per organizzazioni, come le amministrazioni  comunali, che necessitano di una rete wireless scalabile e sicura atta a fornire servizi wireless a valore aggiunto con prestazioni elevate".
Ogni sistema integra caratteristiche sofisticate, come l'imposizione di policy, firewall, server VPN, funzionalità mesh, intrusion prevention e gestione RF (Radio Frequency), funzioni molto complesse in ambito urbano e tipicamente implementate attraverso molteplici sistemi, spesso eterogenei tra loro.   In combinazione con i mobility controller della serie 3000 sono stati utilizzati gli access point Aruba 85TX, conformi allo standard 802.11a/b/g così come richiesto dal bando, che forniscono simultaneamente accesso alla rete e servizi di monitoraggio RF e rappresentano i prodotti ideali per un utilizzo tipicamente outdoor e metropolitano grazie alla tecnologia mesh integrata.  
"L'esigenza primaria dell'Amministrazione Comunale – dice Giovanni Zanolin, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pordenone – era quella di offrire una connessione libera e gratuita a tutti i cittadini, anche a quelli che magari potevano avere problemi ad avere una propria connesione residenziale. Coprire in wireless alcune estese zone della città era un primo passo per affermare il diritto di tutti i cittadini ad usufruire della banda larga. L'idea – continua Zanolin - è nata dalla conoscenza di alcune esperienze di città come Filadelfia e Toronto.  Il primo passo è stato quello di creare un'ampia copertura outdoor /indoor in particolari aree della città come ad esempio il terminal ferroviario e bus, il centro studi e la questura, la vecchia fiera, la casa dello studente Piazza XX settembre con anche l'interno della biblioteca comunale per farne di essa un vero ambiente multimediale. L'idea è quella di coinvolgere più utenti possibili, garantendo  loro i servizi di riconoscimento nella fase di accreditamento alla rete ed il tracciamento dell'utente,così come previsto dalla vigente normativa almeno fino alla fine del 2010. In cambio chiediamo che il segnale sia rilanciato a loro spese in zone limitate della città. Lo stesso proponiamo ai comuni della provincia: possono usare il nostro sistema per garantirsi riconoscimento e tracciamento, in cambio consentono ai cittadini di Pordenone di navigare gratis anche quando si trovano nel territorio di quei comuni. Ovviamente i cittadini di questi comuni possono navigare liberamente e gratuitamente a Pordenone".  
"Dal punto di vista dell'installazione dei sistemi – afferma Angelo Abbruzzese, Amministratore di NCS Group - tutti gli apparati sono stati installati con semplicità tramite un'interfaccia su una nostra rete in fibra "in qualità di operatori delle telecomunicazioni" distribuita sulla città di Pordenone, mentre più difficoltoso è stato ottenere una prima configurazione ottimale dei dispositivi al fine di rendere semplice ed economico un successivo ampliamento del sistema. La scelta è caduta su questi particolari sistemi di Aruba Networks - continua Angelo Abbruzzese - perché selezionando le caratteristiche dei vari sistemi questi erano quelli che più rispondevano alle esigenze del comune, oltre al fatto di averne già testato le potenzialità in altre installazioni eseguite presso la base NATO U.S.A".
Anche se il progetto è solo agli inizi (la prima fase richiesta dal comune è terminata) in questi giorni si stà ampliando la rete di un ulteriore 20%, vista la notevole richiesta da parte dei cittadini e sono già in progetto altre aree da coprire entro il 2011.
Pubblicato il: 15/01/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni