Logo ImpresaCity.it

Cisco presente a BTO per illustrare le nuove frontiere di Internet

Nei giorni 18 e 19 novembre si svolgerà a Firenze la terza edizione di BTO (Buy Tourism Online). Cisco vi parteciperà presentando le nuove frontiere di Internet.

Autore: Redazione ImpresaCity

Oltre ad essere partner tecnologico della manifestazione, Cisco parteciperà alla terza edizione di BTO (Buy Tourism Online) - che si terrà a Firenze il 18 e il 19 Novembre 2010 -  per presentare la propria visione della rete: una rete a banda larga e ultraveloce quale elemento strategico per permettere agli operatori turistici di raggiungere i propri obiettivi di business e ottenere vantaggio competitivo, utilizzando soluzioni video e di mobility offerte dalla società.
Oggi, il mercato del turismo online registra una crescita significativa degli acquisti dei prodotti turistici su Internet e, in questo contesto, BTO rappresenta un importante momento di incontro e riflessione per gli operatori attivi in questo settore oltre a fornire approfondimenti formativi sulle nuove tecnologie, analisi ed interpretazioni di scenari di mercato e dell'impatto delle nuove tecnologie, presentazione di casi eccellenti e best practice alle quali ispirarsi e proposte e strumenti concreti da parte dei migliori fornitori di consulenza e servizi tecnologici quale valore aggiunto per il settore del turismo.
Grazie alla sua offerta in ambito hardware, software e servizi, Cisco propone soluzioni Internet che permettono di condividere ovunque ed in modo semplice informazioni e contenuti.
Gli operatori turistici dovrebbero sfruttare maggiormente le potenzialità e le opportunità offerte dalla rete e dal Web 2.0 trasformandole in strumenti di business e di innovazione per mantenere legami saldi e strategici con clienti, partner e fornitori.  
Internet continua a rappresentare la fonte primaria di informazione prima dell'acquisto ed il turismo è uno dei settori con il maggior tasso di crescita nell'ambito dell'e-commerce.
Le aziende attive in questo mercato dovrebbero fare maggiore affidamento sulle potenzialità della comunicazione e collaborazione via Internet.
Quale cliente non desidererebbe avere a disposizione sul portale in cui acquista un prodotto turistico, video relativi alla location da lui scelta piuttosto che la possibilità di utilizzare l'instant messaging per comunicare in tempo reale con un operatore dell'agenzia per avere ulteriori informazioni, scoprire iniziative speciali attraverso isocial network, il  tutto tramite computer o smartphone?  
In questo senso, Cisco è in grado di fornire l'infrastruttura abilitante per l'offerta di tutti questi servizi.
Importanti opportunità sono inoltre fornite da Cisco WebEx, uno strumento di web collaboration che permette agli operatori di creare sessioni video utili per la formazione e il training dei dipendenti o per la vendita, e da Cisco Digital Media Signage, una tecnologia che permette di distribuire e gestire la comunicazione Video Out Of Home in modo semplice, centralizzato e scalabile, aspetti indispensabili per tutte le realtà che desiderano promuovere la propria immagine e migliorare l'esperienza di acquisto dei propri clienti.
Per quanto riguarda invece la presenza di Cisco quale partner tecnologico di BTO, l'azienda fornirà, grazie al supporto del Partner INIT, copertura wireless a tutta l'area della Stazione Leopolda (circa 6000 mq), offrendo servizi di accesso Internet, in modalità totalmente sicura, ad oltre 40 espositori, 40 buyers, 50 blogger nonché ai numerosi visitatori, la cui partecipazione è prevista nell'ordine di 2000 presenze giornaliere, per un totale di 4000.
Grazie ai servizi wireless messi a disposizione da Cisco, gli operatori e i partecipanti alla manifestazione potranno sperimentare tutti i benefici derivanti da una rete aperta, sicura, senza fili e senza limiti attraverso cui è possibile accedere alle informazioni desiderate in qualunque momento, da qualsiasi luogo e su qualsiasi dispositivo.
Pubblicato il: 12/11/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?