Logo ImpresaCity.it

UniCredit, utili in calo ma il patrimonio resta "patrimonio solido"

Utili in calo per UniCredit nei primi nove mesi del 2010. Ma il Core Tier 1 ratio è in crescita, e la società parla di "solida struttura patrimoniale".

Autore: Redazione ImpresaCity

UniCredit archivia i primi nove mesi del 2010 con utili in calo. Il periodo si è chiuso con un utile netto di pertinenza del gruppo di 1.003 milioni di Euro (1.165 milioni al netto di rettifiche di valore sull'avviamento relativo alla controllata in Kazakistan nel secondo trimestre 2010), di cui 334 milioni di Euro nel terzo trimestre. Il risultato è inferiore del 12,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
Il margine d'intermediazione ha raggiunto 19.793 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2010, in flessione del 7,9% anno su anno, e 6.494 milioni nel terzo trimestre 2010, in linea con il risultato di 6.493 milioni del trimestre precedente.
Gli interessi netti si attestano a 11.814 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2010 (-12,1% a/a a cambi e perimetro costanti), riflettendo un contesto di tassi definito dall'azienda "decisamente più sfavorevole".
I costi operativi hanno raggiunto quota 11.728 milioni nei primi nove mesi (+0,7%) e 3.911 milioni nel corso del terzo trimestre (-0,7%).
Gli accantonamenti per rischi e oneri sono calati del 22,2% a 293 milioni.
Il Core Tier 1 ratio si attesta a fine settembre 2010 a 8,61%, con un incremento trimestre su trimestre di 20 punti base, dovuto al contributo positivo sia dell'utile di periodo (al netto dell'accantonamento per dividendi, in linea con i livelli del 2009) che della riduzione di attivi ponderati per il rischio.
La società fa notare come questo dato testimoni "la solida struttura dello stato patrimoniale, l'elevato livello di liquidità (internal liquidity ratio a 0.99) e la capacità di generare capitale".
Il nuovo amministratore delegato Federico Ghizzoni ha commentato affermando che UniCredit "è già in linea" con i nuovi requisiti di Basilea 3 per il 2013.
Pubblicato il: 10/11/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione