Logo ImpresaCity.it

Paul Allen, mezzo web ha violato i miei brevetti

Paul Allen, cofondatore insieme a Bill Gates di Microsoft, ha intentato causa contro le più importanti aziende del web. Secondo il suo parere Google, Apple, Yahoo, Facebook, YouTube, AOL, eBay, Netflix, Staples, Office Depot e OfficeMax avrebbero violato brevetti di sua proprietà nella ricerca web.

Autore: Redazione ImpresaCity

Paul Allen, cofondatore di Microsoft nel 1975 insieme a Bill Gates, ha citato in tribunale le più grandi aziende del mondo web. Allen sostiene che AOL, Apple, eBay, Facebook, Google, Netflix, Office Depot, OfficeMax, Staples, Yahoo e YouTube abbiano violato quattro suoi brevetti registrati. 
Le tecnologie in questione sarebbero state sviluppate negli anni 90 e registrate dalla Interval Licensing, una azienda che lo stesso Allen finanziò alla fine di quegli stessi anni, in pieno boom del web. Secondo Allen queste "fondamentali tecnologie web" sarebbero state usate senza alcun consenso da parte dei proprietari da "importanti società di e-commerce e ricerca sul Web".
Secondo il Wall Street Journal, che ha provato a dare una propria interpretazione sull'accaduto, i brevetti violati consentono ad "un sito di offrire consigli ai consumatori riguardo a quanto sta visualizzando, proponendo altri articoli correlati, o connessi ad altre attività".
Paul Allen, attualmente tra le venti persone più ricche degli Stati uniti, è stato recentemente colpito da un male incurabile e ha dichiarato che la sua azione legale non è stata intentata pensando a possibili interessi economici, in quanto l'uomo avrebbe già disposto che alla morte tutto il suo patrimonio sia donato in beneficenza.
Pubblicato il: 02/09/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione