Logo ImpresaCity.it

Chrysler in utile nel 2010? Difficile, per Marchionne

Secondo Sergio Marchionne, sarà difficile che Chrysler torni all'utile già nell'anno in corso. L'ad si dice comunque soddisfatto dei risultati della casa automobilistica, che è "davvero in anticipo" sul piano di recupero dal fallimento.

Autore: Redazione ImpresaCity

Sarà "difficile"per Chrysler tornare all'utile quest'anno. Ne è convinto Sergio Marchionne, amministratore delegato della società.
Il manager ha espresso i suoi commenti sulla situazione finanziaria dell'azienda in un intervento riportato dal Wall Street Journal a margine della visita di Joe Biden, vicepresidente Usa, allo stabilimento di Toledo, in Ohio.
Per il ritorno all'utile, secondo Marchionne, occorrerà attendere il 2011. Ma l'ad si è detto comunque "soddisfatto" dalla performance generale della casa automobilistica, che è "davvero in anticipo" sul piano di recupero dal fallimento. "Stiamo realizzando tutto quello che abbiamo detto. Lo stiamo facendo silenziosamente, tenendo la testa bassa" sono state le sue parole ai giornalisti presenti.
Nessun commento sulla possibile Ipo di Chrysler, né sui risultati finanziari attesi dalla dirigenza per il terzo e quarto trimestre dell'anno in corso.
Nel secondo trimestre, l'azienda ha registrato un utile operativo di 183 milioni e ridotto le proprie perdite a 172 milioni di dollari (-197 milioni nel primo trimestre).
E intanto, si fa sempre più vicino il debutto delle automobili Fiat e Alfa Romeo negli Stati Uniti: per cominciare, la Fiat 500 dovrebbe essere introdotta sul mercato statunitense entro i prossimi 5 mesi. "È verosimile che i marchi Fiat e Alfa Romeo verranno venduti assieme negli stessi punti" ha spiegato Marchionne.
Pubblicato il: 24/08/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni