Alcatel-Lucent, dalla ricerca italiana un innovativo sistema di allarme

Alcatel-Lucent, dalla ricerca italiana un innovativo sistema di allarme

Sviluppato presso il centro di Ricerca & Sviluppo di Alcatel-Lucent a Battipaglia, il nuovo Sistema di Allerta Universale prevede la raccolta di informazioni e la loro distribuzione a grandi numeri di destinatari e in varie modalità, dalla...

di: Redazione ImpresaCity del 28/06/2011 18:15

 
Un sistema innovativo di gestione di allarmi e informazioni utilizzabile nell'ambito di applicazioni di protezione civile e di pubblica utilità è stato sviluppato nei laboratori italiani di Alcatel-Lucent e verrà presentato all'esposizione specializzata Ucom (Urgent & Critical Communication Technology) dedicata alla sicurezza, che si svolgerà a Torino dal 30 giugno al 2 luglio.  
Il Sistema di Allerta Universale di Alcatel-Lucent prevede la raccolta di informazioni e la loro distribuzione a grandi numeri di destinatari e in varie modalità, dalla chiamata  telefonica all'SMS, dal web ad altre forme di comunicazione di massa.
All'esposizione torinese viene presentato anche un innovativo "terminale di allerta" (della grandezza di un modem) che, pilotato dal Sistema di Allerta via Internet, è in grado di diffondere informazioni negli ambienti in cui viene installato, tramite annunci vocali e brevi testi.  
Il  Sistema di Allerta e i terminali sono progettati per  diffondere messaggi in pochi secondi ad un numero illimitato di destinatari, raggiungendo quindi l'importante obiettivo di dare a tutti i cittadini, al momento dell'emergenza, le informazioni necessarie per mettersi al sicuro e, in taluni casi, di salvarsi la vita.  
L'invio dei messaggi tramite vari mezzi di comunicazione garantisce l'efficacia della campagna in tutte le situazioni e rispetto a tutti gli utenti. Per esempio, di notte gli utenti sono più efficacemente allertati via telefono o tramite i terminali, anziché via sms. Inoltre, l'utilizzo di diversi mezzi di comunicazione viene incontro alle esigenze di quella parte della cittadinanza che non ha familiarità con i mezzi più moderni.   
Ogni utente può infatti selezionare i mezzi di comunicazione con i quali vuole essere raggiunto, indicando anche  la priorità con cui essi saranno usati dal Sistema di Allerta: ad esempio chi non è in grado di ricevere SMS ed e-mail, potrà scegliere le chiamate telefoniche anche su vari numeri, in modo che in caso di mancata risposta sul numero di prima priorità, il Sistema chiamerà gli altri in sequenza.  
Il terminale di allerta è dotato di un altoparlante incorporato e si collega semplicemente ad un normale accesso Internet. 
A sua volta il terminale può essere connesso con ulteriori sistemi di diffusione, come per esempio un impianto audio che diffonde gli annunci nei vari ambienti. Il terminale permette anche una comunicazione bi-direzionale, ad esempio per dare conferma della lettura dei messaggi o per rispondere a semplici domande. Esso si presta particolarmente a un utilizzo in aree di grandi comunità, come scuole, uffici, ospedali, centri commerciali, ecc., ma per la sua semplicità d'impiego può essere utilizzato anche presso singole abitazioni.
Sviluppato presso il centro di Ricerca & Sviluppo di Alcatel-Lucent a Battipaglia, il Sistema di Allerta può essere comandato via Internet tramite un'interfaccia Web e consente la distribuzione dei messaggi verso specifiche categorie (es. squadre di soccorso, stazioni di Polizia, cittadini, ecc.), con la possibilità anche di delimitare graficamente sul display del computer le aree interessate.  
Oltre che per la gestione delle emergenze naturali, il sistema così concepito può essere utilizzato anche per tanti altri scopi, come informare gli automobilisti in caso di blocchi alla circolazione o avvisare i cittadini della sospensione dei servizi (acqua, gas, energia), lasciando a ciascun utente la possibilità di scegliere quale tipo di informazione ricevere.  
Enti con funzioni di protezione civile, organizzazioni di servizi di pubblico interesse, operatori di telecomunicazioni, sono i primi destinatari di questa nuova piattaforma tecnologica.

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Notizie dal Web

  • Bash Bag, una minaccia reale?

    Il commento di Jan Valcke, Presidente e COO di VASCO Data Security, sulla nuova vulnerabilità informatica denominata Bash Bug

  • * Alibaba, perché sì e perché no

    L'opinione Stefan Schmidt, vice president product strategy di Hybris, partner di Sap, sui rischi associati all'e-commerce di Alibaba

  • App native o Web App?

    La critica di Christian Heilmann, Principal Developer Evangelist di Mozilla, nei confronti delle app native

  • Come mettere a punto un piano per la compliance

    Come pianificare l'adeguamento dei sistemi informativi per conformarsi alle nuove normative. Intervento di Elizabeth Maxwell, Technical Director di Compuware

  • Bitcoin e valute crittografiche

    Rischi e minacce legate all'utilizzo delle criptovalute. L'opinione di Ivan Straniero, Territory Manager, Italy & SE Europe Arbor Networks

...continua