Logo ImpresaCity.it

Nuova imprenditorialità: ulteriori 10 mln di euro dalla Regione Lombardia

Nuova Imprenditorialità:stanziati dalla Regione Lombardia ulteriori 10 mln per il rilancio della nuova imprenditoria giovanile e femminile.

Autore: Redazione ImpresaCity

La Direzione Generale Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione, con decreto n. 1040 del 9/2/2010 al fine di uniformare le iniziative a favore dell'imprenditoria lombarda e favorirne uno sviluppo omogeneo, con specifica attenzione a quella giovanile e femminile, dal 1 marzo 2010 apre lo sportello per l'avvio delle nuove attività imprenditoriali, di lavoro autonomo ed indipendente ai sensi della lr 22/06 "Il mercato del lavoro in Lombardia" art. 24, anche alle nuove imprese identificate con Codice Ateco 2007 G e dal 15 marzo 2010 alle nuove imprese identificate con il codice Ateco 2007 I 56 "Attività dei servizi di ristorazione".
Con questa azione la Direzione Generale intende rispondere tempestivamente, nell'attuale contesto di grave crisi, alle numerose richieste del territorio ed offrire a questa categoria di soggetti l'opportunità d' inserirsi nel mercato economico-produttivo.
Possono beneficiare del contributo regionale nuove imprese, individuali e/o familiari e/o in forma societaria, iscritte al Registro imprese, Studi associati e Società professionali, in regime de minimis, e costitute/i da non più di 12 mesi dalla data di presentazione della domanda, con sede operativa in Lombardia e le imprese individuali e imprese familiari operanti esclusivamente nei settori attività Ateco 2007: C); G); L); M); M 71; M 71.2; N); Q 88.91; S 96.
L'investimento dovrà essere effettuato in Lombardia.
 I parametri delle spese d'investimento, previste per le tipologia dei soggetti beneficiari, sono le seguenti: - Importo non inferiore a € 15.000,00 e non superiore ad € 30.000,00, per le ditte individuali e le Associazioni professionali; - Importo non inferiore a € 15.000,00 e non superiore a € 150.000,00 per le forme societarie società di persone e di capitali.
In entrambi i casi la spesa d'investimento non potrà superare l'80% dell'investimento ammissibile.
La forma del finanziamento è a medio termine con durata non inferiore a 3 anni e non superiore a 10 anni, con un periodo di preammortamento massimo di 2 anni.
Il programma d'investimento dovrà essere realizzato entro 12 mesi dalla data del provvedimento regionale di concessione dell'agevolazione.
 Modalità presentazione domanda: - Le nuove imprese identificate con codice Ateco 2007 G possono presentare domanda di accesso al contributo, esclusivamente attraverso la modalità informatica a partire da lunedì 1 marzo 2010 - Le nuove imprese identificate con codice Ateco 2007 I 56 possono presentare domanda di accesso al contributo, esclusivamente attraverso la modalità informatica a partire da lunedì 15 marzo 2010 - Per le imprese identificate con gli altri codici Ateco 2007 sopra riportati il bando è aperto dal 16 aprile 2009. Bando
Pubblicato il: 01/07/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?