Logo ImpresaCity.it

Steve Jobs: spazio all'informazione di qualità, anche a pagamento

Steve Jobs si è rivolto contro l'informazione in stile "blog" e sottolinea l'importanza dell'informazione di qualità nel processo democratico. Secondo il numero uno di Apple, i consumatori sarebbero pronti a pagare per contenuti credibili e rigorosi online.

Autore: Irene Canziani

La democrazia necessita di un'informazione di qualità. Ne è convinto Steve Jobs, che è intervenuto per commentare l'attuale situazione del giornalismo nel corso della conferenza D8 organizzata dal Wall Street Journal a Rancho Palos Verdes, a sud di Los Angeles.
"Non voglio che ci trasformiamo in una nazione di blogger" ha affermato Jobs, spiegando che "se una democrazia vuole funzionare seguendo un processo libero e sano ha bisogno dell'informazione di qualità. Mi riferisco a giornali come il Washington Post, il New York Times, il Wall Street Journal: restano centrali al processo".
Bando quindi all'informazione indiscriminata fornita da blog e social network, in cui la realtà può essere facilmente distorta, e largo all'equilibrio e al rigore tipico del giornalismo tradizionale.
Che, ovviamente, deve essere riadattato ai nuovi media, prima di tutto internet. Lo scenario futuro prospettato dal numero uno di Apple è conforme a quanto sta già avvenendo nel mondo dell'editoria, dove molte testate stanno abbandonando la strategia del "tutto gratis" adottando sistemi di monetizzazione per le proprie notizie.
Secondo Jobs, infatti, i consumatori sarebbero ben disposti a pagare pur di avere la qualità: "trovate il prezzo giusto, puntate alla quantità, servite il vostro consumatore… Dovete conoscerlo a fondo: scoprirete che è pronto a pagare in rete. E oggi è molto più reattivo a un prezzo equo di quanto non fosse solo sei mesi fa".
Un aiuto in questo senso potrebbe arrivare proprio dal nuovo prodotto di casa Apple: l'iPad, che secondo Jobs possiede le caratteristiche adatte per la fruizione dei giornali in rete.
Pubblicato il: 04/06/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione