Logo ImpresaCity.it

Per Facebook niente Wall Street

Mark Zuckerberg, Ceo della società, non pensa alla quotazione dell'azienda, per ora.

Autore: Redazione ImpresaCity

Per la quotazione in Borsa di Facebook bisognerà ancora attendere. Così la pensa l'amministratore delegato e co-fondatore dell'azienda Mark Zuckerberg il quale ha ribadito che nessuna data è ancora stata decisa. "Non penso molto alla quotazione a Wall Street", ha detto il giovane co-fondatore del sito, aggiungendo però che anche dopo il debutto in Borsa resterebbe a capo della società. Alla conferenza All Things Digital organizzata dal Wall Street Journal, Zuckerberg ha difeso le recenti politiche sulla riservatezza dei dati adottate da Facebook, adottate velocemente dopo le migliaia di proteste da parte degli utenti e una minaccia di sciopero contro il social network.
La novità principale in tema di riservatezza è l'introduzione di un pulsante per impedire l'accesso ai propri dati di parti terze. Inoltre, sarà diminuita la quantità di informazioni presenti nella directory dell'utente. Le modifiche andranno poi nella direzione di una semplificazione: il numero di azioni necessarie ad ogni utente per rendere completamente privato il proprio profilo sarà portato da 50 a meno di 15.
"Siamo una compagnia che sa ascoltare i suoi utenti - ha affermato Zuckerberg -  tutti i vecchi comandi resteranno disponibili, ma volevamo dare anche la possibilità di fare scelte importanti in materia di privacy con un semplice click di mouse".
Le innovazioni, in ogni caso, devono cercare di mediare tra il legittimo diritto alla privacy e la natura stessa dei social network, che si basa sulla condivisione. Non bisogna infatti dimenticare che "gli utenti utilizzano il servizio perchè a loro piace scambiarsi informazioni" ha ricordato il giovane Ceo. I cambiamenti verrano introdotti gradualmente nelle prossime settimane.
Pubblicato il: 04/06/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni