Logo ImpresaCity.it

Paolo Romani contro il TG3, Rainews24 e la Dandini

E' polemica sulle dichiarazioni di Paolo Romani, vice ministro dello Sviluppo economico con delega alle telecomunicazioni, che ospite alla trasmissione "Un giorno da pecora" su Radio2, ha dato la pagella all'obiettività dei vari Tg Rai, premiando il TG1 di Minzolini e bocciando severamente il TG3, Rainews24 e scatenandosi contro la Dandini.

Autore: Redazione ImpresaCity

E' polemica sulle dichiarazioni odierne di Paolo Romani, vice ministro dello Sviluppo economico con delega alle telecomunicazioni, che ospite alla trasmissione ''Un giorno da pecora'' su Radio2, ha dato una ''pagella'' all'obiettività dei Tg Rai.
''Il Tg1 di Minzolini non mi dispiace - ha detto Romani - è quello che guardo se voglio essere sicuro di essere informato in una maniera ragionevolmente corretta''. E per essere sicuro di non essere informato in maniera ragionevolmente corretta, cosa guarda? chiedono a Romani: ''Guardo il TG3 o anche RaiNews24''. E, gli chiedono ancora, tra i due qual è il piu' fazioso? ''Il TG3 fa danni per 30 minuti. Rainews24 fa danni per venitquattro ore''.
M il viceministro non si limita a questo ma si mette a dare anche un voto anche ai conduttori: ''Serena Dandini è anche peggio di Michele Santoro. La Dandini è scoraggiante - ha aggiunto Romani -. In campagna elettorale, quando non poteva fare il programma con ospiti politici, ha invitato solo giornalisti chiaramente di sinistra facendo, di fatto, campagna elettorale. Per non parlare poi delle sue domande retoriche e preconfezionate'".
A fronte di queste dichiarazioni non si è dovuto aspettare molto per aattendere i commenti. ''Da Romani - ha affermato il segretario dell'Usigrai, Carlo Verna - parole indecenti su due testate del servizio pubblico, apprezzate e seguite da molti italiani ma da tempo nel mirino di quei settori della maggioranza vicini al premier (nonché da troppo tempo ormai ministro ad interim dello Sviluppo Economico) del conflitto di interessi. Di Romani che ha eluso il confronto al recente Congresso Usigrai abbiamo già chiesto le dimissioni pur sapendo che, lui sì, continuerà a far danni come vice ministro o vista la fedeltà a Berlusconi come ministro''.
Non si è fatta attendere anche la voce del Comitato di redazione del TG3 e di Rainews24: ''Le inaccettabili affermazioni del viceministro Paolo Romani non fanno altro che confermare il fastidio che una certa politica prova nei confronti di un'informazione corretta ed equilibrata. Vogliamo ricordare al viceministro che informazione è cosa diversa dalla propaganda e, soprattutto nel servizio pubblico, è necessario tenere a mente che un'informazione senza bavagli è fondamentale per la democrazia nel Paese. Anche quando risulta scomoda al governo o a una parte politica. E' forse a questo che si riferisce Romani quando parla di danni causati dal TG3 e Rainews24''.
''Il viceministro - prosegue la nota del Cdr - pensi piuttosto ai danni causati alla Rai da un governo incapace di trovare soluzioni per ridurre l'evasione del canone. Romani ha anche detto che sarebbe stata inventata la vicenda dell'oscuramento del canale all-news, dal quale è scaturito lo sciopero indetto per venerdì 4 giugno. Invitiamo il viceministro a venire al presidio che si terrà venerdì davanti a Viale Mazzini dalle ore 10: avrà modo di incontrare molte persone che ancora oggi non riescono a vedere Rainews24 e di leggere le migliaia di mail di protesta arrivate da tutta Italia e dall'estero. Romani se ne faccia una ragione, finché ne avremo la possibilità, continueremo a svolgere il compito che ci affida l'articolo 21 della Costituzione italiana''.
Pubblicato il: 03/06/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione