Istat, a marzo in aumento le retribuzioni contrattuali

Istat, a marzo in aumento le retribuzioni contrattuali

Nel mese di marzo aumentano le retribuzioni soprattutto nei settori edilizia, militari e difesa, forze dell'ordine e agricoltura.

di: Redazione ImpresaCity del 05/05/2011 10:15

 
Nel mese di marzo l'indice delle retribuzioni contrattuali orarie è aumentato dello 0,2% rispetto al mese precedente e del 2% rispetto a marzo 2010. Lo rende noto l'Istat
Nella media del periodo gennaio-marzo 2011 l'indice è cresciuto, rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente, del 2,1%.
lla fine di marzo 2011 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica corrispondono al 62,2% degli occupati dipendenti e al 57,5% del monte retributivo osservato.
I settori che a marzo presentano gli incrementi maggiori rispetto a un anno prima sono: edilizia (4,6%), militari e difesa (4,3%), forze dell'ordine (4,0%), agricoltura (3,8%). Gli aumenti più contenuti riguardano i comparti ministeri e scuola (entrambi 0,6%), regioni e autonomie locali e servizio sanitario nazionale (0,7% per tutti e due i contratti).
A marzo, tra i contratti monitorati dall'indagine, sono stati rinnovati gli accordi relativi ai settori gas e acqua (aziende municipalizzate e private) e commercio.
Alla fine di marzo i dipendenti in attesa di rinnovo sono il 37,8%. I mesi di attesa per i lavoratori con il contratto scaduto sono in media 15,2; l'attesa distribuita sul totale dei dipendenti è di 5,7 mesi.

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Notizie dal Web

...continua
 
 
 

Vota