Logo ImpresaCity.it

Tlc, Utilities, Banche e servizi: aumentano le lamentele

Aumentano in Italia i disservizi legati a telecomunicazioni, energia, banche e servizi pubblici. Lo rivela il X Rapporto Pit Servizi di Cittadinanzattiva presentato alla Camera.

Autore: Andrea Sala

I cittadini italiani, ogni giorno, affrontano mille difficoltà. Quelle che si potrebbero evitare, però, devono essere denunciate e, se possibile, risolte in fretta.
Stiamo parlando dei disservizi che affliggono praticamente tutti i settori, dalle Tlc all'energia, dai trasporti alle banche, e che in alcuni casi arrivano davvero a livelli insostenibili. Lo dimostra il X Rapporto Pit Servizi di Cittadinanzattiva, presentato recentemente alla Camera dei Deputati.
Qualche esempio? Un mese senza energia elettrica per il cambio del fornitore, un anno per il cambio di provider internet, bollette fatturate due volte e molto altro.
I servizi più criticati nel 2009 appartengono alle telecomunicazioni, con un 20% di segnalazioni e un trend in calo rispetto all'anno precedente del 16%. Successivamente troviamo i servizi bancari e finanziari, 18% di proteste e un +40% rispetto al 2008. Gas ed elettricità sono responsabili del 17% delle lamentele, con un impressionante +72% dall'anno precedente.
I servizi pubblici si attestano al 16% delle proteste, pari a un +24% del malcontento. Migliora la PA con un -34% nei disservizi che arrivano a quota 13% delle lamentele. Trasporti aerei e ferroviari salgono all'8%, pari a un +61% rispetto al 2008.
Il trend generale non è incoraggiante, tuttavia dimostra una crescente consapevolezza dei cittadini riguardo ai loro diritti. Se all'inizio della storia del Rapporto - cominciata 10 anni fa - essi chiamavano solo per chiedere informazioni, ora gli utenti hanno diversificato gli obbiettivi delle telefonate: "... il 43% dei cittadini ha chiesto assistenza, il 22% consulenza, il 20% informazione. Il restante 15% ha inoltrato un reclamo al Pit per conoscenza", ha dichiarato Isabella Mori, direttore di Pit Servizi.
Nello specifico, per il settore telecomunicazioni, i cittadini si lamentano per la maggior parte della telefonia fissa (71%), seguita da telefonia mobile (15%), internet (8%) e Tv (6%). I disagi maggiori riguardano le bollette e i cambi di operatore telefonico.
Pubblicato il: 24/05/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione