Logo ImpresaCity.it

PA: i Carabinieri hanno registrato oltre 6mila caselle Pec

Pec nel comparto sicurezza: 6.179 caselle dei Carabinieri, una sola del Corpo Forestale dello Stato. Napoli tra le questure che non hanno pubblicato nemmeno un indirizzo.

Autore: Redazione ImpresaCity

Continua ad aumentare il numero delle Pubbliche Amministrazioni in regola con quanto disposto cinque anni or sono dal Codice dell'Amministrazione Digitale (decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2005). 
Per quanto riguarda il comparto Sicurezza, il caso di eccellenza è rappresentato dall'Arma dei Carabinieri, che ha finora registrato 6.179 caselle Pec. Molto diversa la situazione del Corpo Forestale dello Stato, che ha in uso e ha pubblicato finora una sola casella. 
La Guardia di Finanza ha invece pubblicato finora 24 caselle di Pec (20 di queste si riferiscono ad altrettanti comandi regionali). Quanto alla Polizia di Stato, ha registrato solo 2 caselle PEC ma ne ha già distribuite 83 a Commissariati e Questure.
Le 53 Questure che hanno pubblicato almeno un indirizzo Pec sul proprio sito web sono quelle di Agrigento, Alessandria, Ancona, Aosta, Asti, Avellino, Bari, Belluno, Benevento, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Caltanissetta, Campobasso, Chieti, Como, Crotone, Cuneo, Enna, Ferrara, Foggia, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, L'Aquila, Lecco, Livorno, Lucca, Macerata, Mantova, Massa Carrara, Milano, Modena, Novara, Oristano, Padova, Pavia, Pescara, Ragusa, Rimini, Salerno, Sassari, Savona, Teramo, Terni, Trapani, Trieste, Varese, Venezia e Verbano Cusio Ossola.
La Questura di Caltanissetta ha pubblicato il proprio indirizzo PEC anche nell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni.
Restano infine 50 Questure che non hanno pubblicato nemmeno un indirizzo Pec: sono quelle di Arezzo, Ascoli Piceno, Brescia, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catania, Catanzaro, Cosenza, Cremona, Firenze, Forlì Cesena, Frosinone, La Spezia, Latina, Lecce, Lodi, Matera, Messina, Napoli, Nuoro, Palermo, Parma, Perugia, Pesaro Urbino, Piacenza, Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Prato, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rieti, Roma, Rovigo, Siena, Siracusa, Sondrio, Taranto, Torino, Trento, Treviso, Udine, Vercelli, Verona, Vibo Valentia, Vicenza e Viterbo.
Pubblicato il: 10/05/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione