Logo ImpresaCity.it

Cable&Wireless investe sull'Italia

Il nuovo headquarter italiano a Milano è stato scelto come base a per lo staff strategico di Cable&Wireless Worldwide a livello europeo.

Autore: Redazione ImpresaCity

Cable&Wireless Worldwide punta sull'Italia; lo fa investendo in un headquarter a Milano e focalizzandosi sulla crescita locale dell'azienda.
Il nuovo headquarter italiano sarà la base anche per lo staff strategico di Cable&Wireless Worldwide a livello europeo, tra cui il VP Carrier Business Europa e i responsabili Emea Pre-sales and Services.  
L'azienda ha quindi optato per una continua espansione in Italia, che in qualità di sesto esportatore più grande del mondo, è vista dall'azienda come un terreno fertile in tema di crescita delle esigenze di connettività internazionale.
Cable&Wireless ritiene infatti che nel momento in cui le aziende italiane usciranno dalla recessione globale e torneranno a crescere a livello internazionale la loro capacità di connettersi sarà la chiave del successo al di fuori del Paese. 
Nic Cantuniar, vice president Carrier Sales Emea di Cable&Wireless Worldwide ha così commentato la notizia: "Milano è una città strategica anche per noi;  suo patrimonio e la sua forza nel settore della moda implicano che molte aziende abbiano partner e filiali in Asia, una regione in cui Cable&Wireless Worldwide è particolarmente forte. Grazie al nostro network è possibile raggiungere queste ed altre aree chiave per il mercato italiano come il Nord Africa, l'India e l'Est Europa. Siamo il partner ideale per l'espansione internazionale delle aziende italiane.". 
L'azienda punta ad affiancare gli operatori di telefonia attivi sul mercato italiano nella competizione con i player internazionali, consentendo loro di offrire una connettività globale senza dover espandere le proprie reti, mediante una gamma di servizi e applicazioni di gestione voce, dati e IP based.  
Pubblicato il: 03/05/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione