Logo ImpresaCity.it

Lo storage IBM abbassa costi e complessità

Nella nuova serie di prodotti su disco e su nastro, anche le tecnologie proprietarie studiate per migliorare tempi di accesso e modalità di gestione.

Autore: Redazione ImpresaCity

Più che la dimensione di un supporto, nella valutazione dei sistemi di storage complessi come quelli aziendali entrano in gioco altri fattori legati a velocità, accessibilità, gestione e sicurezza. Tutti fattori dai quali dipende il costo complessivo della gestione dei dati. È su questo aspetto considerato nell'insieme che IBM intende intervenire con una serie di nuovi prodotti finalizzati a ridurre il costo e la complessità di archiviazione di grandi quantità di dati. 
Secondo Idc la domanda di storage continua a crescere a un tasso di circa il 60% annuo. Aziende pubbliche e private presentano quindi la necessità di migliorare la classificazione dei propri dati, per analizzarli ed estrarne intelligence, ma allo stesso tempo devono ridurre la complessità e il costo dell'archiviazione e della protezione delle informazioni vitali.
Il sistema di storage su disco DS8700 comprenderà una nuova tecnologia proprietaria, che renderà più semplice ed economico gestire i dati a più livelli. La funzionalità System Storage Easy Tier utilizza il monitoraggio continuo delle prestazioni per spostare solo i dati maggiormente attivi verso i più veloci drive a stato solido, eliminando la necessità di stabilire politiche di livelli storage manuali e riducendo i costi. Collocando automaticamente i dati più critici dei clienti sugli SSD, Easy Tier fornisce un accesso più rapido ai dati, per consentirne l'analisi per estrarre gli insight necessari ad acquisire un vantaggio competitivo.      
Il formato LTO (Linear Tape-Open) Ultrium è invece una tecnologia aperta di storage su nastro, in grado di ridurre il consumo energetico e abbassare i costi dei supporti di storage fino a 10 volte. Long Term File System utilizza la tecnologia LTO-5 per offrire un modo più semplice ed economico di fornire accesso in modalità file system ad archivi di grandissime dimensioni, creati da dati non strutturati   
IBM introduce anche una funzionalità di replica "many-to-one" alla tecnologia di de-duplicazione ProtecTIER, che consente a più data center o uffici remoti di replicare i dati di backup verso una sede centrale. Eliminando i dati duplicati prima che vengano replicati, ProtecTIER riduce l'ampiezza di banda necessaria per l'invio dei dati del 95% e oltre.  
L'azienda annuncia inoltre l'ultima versione del proprio XIV Storage System. Con drive da 2 TB e processori a tensione ridotta, la nuova versione raddoppia la capacità e riduce i picchi di utilizzo di potenza fino al 59 percento.
Pubblicato il: 22/04/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni