Logo ImpresaCity.it

Digital Divide: 3 milioni di utenti avranno la banda larga

Il vice ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, ha promesso il passaggio alla banda larga di circa 3 milioni di utenti italiani entro la fine del 2010.

Autore: Redazione ImpresaCity

Entro la fine del 2010 saranno 3 milioni gli utenti italiani che vedranno risolto il problema del digital divide.
Ad affermarlo, il Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, il quale, durante una conferenza stampa, ha esposto i piani del Governo in merito alla questione.
Secondo quanto dichiarato dal ministro "scenderanno da 7,8 a 4,8 milioni gli italiani ancora non raggiunti dalla banda larga. Il problema è già chiuso per un milione di utenti ed entro il 2010 raggiungeremo altri 2 milioni di persone".
Una diminuzione, quindi, di rilievo, quella presentata, almeno sulla carta, da Romani.
Il Vice Ministro ha messo in rilievo le implicazioni connesse al superamento del digital divide nelle aree in cui è presente: "Quello che più è significativo è che nelle aree raggiunte, il 40% dei soggetti ha chiesto il collegamento a internet. Questo significa che le aree a fallimento di mercato diventano a tutti gli effetti aree di mercato. Questo ci fa ben sperare per lo sviluppo delle reti di nuova generazione, significa che nel nostro Paese l'innovazione incontra il consenso di cittadini e aziende".
Romani ha anche voluto affrontare la questione economica legata allo sviluppo della banda larga. Per quel che concerne i fondi mancanti, congelati in concomitanza alla crisi economica, il ministro ha spiegato: "i soldi ci sono, sono stati messi da parte, manca solo la delibera del Cipe".
Pubblicato il: 26/02/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione