Logo ImpresaCity.it

Ericsson prende Pride per crescere nell'Ict italiana

Ericsson più forte nell'Ict con competenze di consulenza e system integration, portate in dote dai 1.000 esperti di Pride. La chiusura dell'operazione è attesa per il prossimo febbraio.

Autore: Redazione ImrpesaCity

Ericsson acquisisce  Pride, società italiana con un organico di 1000 dipendenti specializzata nella consulenza e nella system integration Ict, con un'operazione (la cui chiusura è attesa per il prossimo febbraio) i cui termini non sono stati resi noti. L'accordo è soggetto all'approvazione delle autorità competenti.
Con l'integrazione di 1000 esperti con  competenze nell'ambito dei servizi Ict, Ericsson punta a consolidare il proprio ruolo di riferimento per gli operatori di telecomunicazioni, i service provider e le imprese italiane in un mercato come quello delle telecomunicazioni, caratterizzato da una sempre maggior complessità, in cui si assiste alla convergenza tra reti fisse e mobili e i servizi ai clienti divengono sempre più avanzati.
Cesare Avenia, Amministratore Delegato Ericsson Italia, Responsabile della Market Unit South East Europe e Chief Brand Officer Ericsson, commenta così l'operazione: "L'acquisizione di un'azienda come Pride rappresenta un traguardo importante per noi, perché ci permette di mettere a disposizione del mercato italiano un approccio e una strategia completa ed integrata, attraverso l'offerta di servizi di consulenza e di system integration insieme ad una consolidata esperienza nello sviluppo di servizi innovativi e tecnologicamente avanzati. In questo modo, rafforziamo ulteriormente la nostra presenza nello scenario economico italiano e il nostro ruolo nel promuovere e sostenere lo sviluppo di processi innovativi per l'industria delle telecomunicazioni, le imprese e il Sistema Paese".
Antonio Giugliano, Amministratore Delegato e fondatore di Pride Spa, ha commentato: "Sono orgoglioso di annunciare questo accordo, che dimostra il valore di Pride Spa, il talento e le competenze delle nostre risorse, consolidato nei 20 anni di vita della nostra società.  Sono lieto che inostri 1000 colleghi entreranno a far parte dell'azienda leader mondiale nei servizi e nella tecnologia per l'industria delle telecomunicazioni".
Pubblicato il: 13/01/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione