Logo ImpresaCity.it

Oracle Fusion Middleware 11g Forum

Le architetture IT alla base dell’innovazione. Duplice appuntamento con Oracle a Milano (10 novembre) e a Roma (19 novembre per dimostrare come sia possibile accrescere la capacità competitiva innovando più velocemente.

Autore: Redazione ImpresaCity

L’IT come leva per rendere l’organizzazione aziendale più efficiente, intelligente e reattiva e consentire così al business di adeguarsi ai cambiamenti in modo rapido: è questo il tema di Oracle Fusion Middleware 11g Forum, il tour che, con due tappe in Italia, si focalizza sull’ultima versione delle soluzioni middleware di Oracle.
L’evento farà tappa a Milano, il 10 novembre presso l’Enterprise Hotel, e successivamente a Roma, il 19 novembre presso Roma Eventi.
Con il contributo di partner, clienti ed esperti Oracle, le due tappe italiane di Oracle Fusion Middleware 11g Forum vogliono essere occasioni per mostrare alle aziende come una valida infrastruttura IT possa garantire la capacità di adattare e di modificare rapidamente i processi di business, massimizzando al contempo l’efficienza IT e ottimizzando l’investimento nelle applicazioni esistenti.
Oracle Fusion Middleware 11g è un'infrastruttura che migliora i livelli di flessibilità e intelligence delle applicazioni business, permettendo alle imprese di sfruttare architetture hardware e software iper implementazioni IT efficienti a costi ridotti.
Sia a Roma sia a Milano, la prima parte della giornata punta a far emergere il valore delle infrastrutture IT come fondamenta dell’innovazione d’impresa e presentare la visione di Oracle nell’area del cloud computing. In particolare, sarà possibile capire come le soluzioni middleware di Oracle siano una piattaforma scelta da numerosi fornitori di soluzioni in modalità Software-as-a-Service per costruire le proprie cloud pubbliche, ma rappresentino anche una scelta infrastrutturale evoluta per le organizzazioni che vogliano implementare una private cloud, al fine di ottenere i vantaggi del cloud computing in termini di efficienza dei costi e qualità del servizio mitigando al contempo le preoccupazioni che una cloud pubblica implica circa la sicurezza, la compliance, le performance e l’affidabilità.
L’evento sarà anche occasione per introdurre il concetto di PaaS, che si accompagnerà sempre più spesso a quello di SaaS. Un acronimo, PaaS, in cui la P può assumere vari significati a seconda del modello che viene utilizzato e della strategia che viene posta in essere: da Platform-as-a-Service a People-as-a-Service, piuttosto che Process-as-a-service.
Nella seconda parte della giornata, invece, si approfondiranno in tre sessioni parallele il tema delle Service-Oriented Architecture e del Business Process Management, quello delle griglie di applicazioni e quello dei portali e delle tecnologie che abilitano il modello Enterprise 2.0.
Pubblicato il: 09/11/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione