Logo ImpresaCity.it

Brocade rafforza la piattaforma backbone per data center DCX

Maggiori possibilità di scelta per i clienti con soluzioni modulari e fisse per la connettività data center-to-data center e il consolidamento dell’I/O dei server e ulteriore supporto dei partner.

Autore: Redazione ImpresaCity

Brocade ha ha potenziato la famiglia Brocade DCX Backbone con due nuove soluzioni modulari: il nuovo extension blade Brocade FX8-2,  progettato per connettere due o più data center per migliorare la business continuity e il disaster recovery, e il blade Brocade FCOE10-24, che offre capacità Fibre Channel over Ethernet ed è pensato per il consolidamento dell’I/O dei server nel data center.
Secondo un recente studio di AT&T, tra le priorità dei clienti come progetti It da intraprendere nei prossimi 12 mesi vi è la business continuity e le soluzioni di sicurezza. Ed è proprio nei piani di business continuity e di disaster recovery che si collocano le soluzioni di connettività  data center-to-data center di Brocade, consentendo di replicare i dati e i file digitali su reti Wan o Man in tempo reale o quasi.
Le soluzioni Brocade di consolidamento dell’I/O dei server basate su FCoE (Fiber Channel over Ethernet) oppure sulla Converged Enhanced Ethernet (CEE) sono studiate per fornire alle aziende la scalabilità richiesta dagli ambienti server virtualizzati a elevate prestazioni, in modo da soddisfare le esigenze dinamiche dei data center di tipo enterprise in continua evoluzione.
Sono soluzioni di networking che supportano le aziende a far crescere le loro reti di data center di nuova generazione e a supportare tecnologie quali la virtualizzazione dei server e il cloud computing.
Più in dettaglio, il nuovo extension blade Brocade FX8-24 per la famiglia di backbone Brocade DCX soddisfa le esigenze più sofisticate in termini di networking storage, ampiezza di banda di tipo Fiber Channel e Fcip, densità di porte e throughput, performance delle applicazioni sui link della WAN.L’extension blade offre 12 porte Fibre Channel a 8 Gbps, 10 porte 1GbE, e fino a due porte opzionali a 10GbE. Le aziende possono installare fino a due blade Brocade FX8-24 in un backbone Brocade DCX o DCX-4S, e raddoppiare la banda aggregata di 40 Gbps attivando le porte opzionali 10 GbE. Tra gli altri miglioramenti, vi sono anche l’Adaptive Rate Limiting, il Fcip Qualità of Service e una compressione più efficace.È disponibile anche l’extension switch Brocade 7800, che offre le stesse funzionalità dell’extension blade Brocade FX8-24 ma sotto forma di switch con configurazione fissa. Entrambi i prodotti saranno disponibili attraverso i fornitori EMC, Hitachi Data Systems e HP.
Da parte sua il nuovo blade Brocade FCOE10-24 fa leva sull’architettura multiprotocollo e sulle prestazioni dei Brocade DCX backbone per fornire opzioni di consolidamento della connettività server a alta densità e di tipo end-of-row. Il blade dispone di 24 porte 10 Gbps CEE e fornisce funzionalità Ethernet Layer 2 per il traffico LAN. Il traffico storage è inviato alla San tramite blade a 8 Gbps Fibre Channel nello chassis del Brocade DCX backbone.Il blade Brocade FCOE10-24 per il backbone Brocade DCX sarà reso disponibile anche tramite EMC, Hitachi Data Systems, HP e NetApp (supportato dalle soluzioni storage FAS e V-Series di NetApp)
Pubblicato il: 24/09/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione