Logo ImpresaCity.it

GFI Software lancia Gfi Max

Strumenti di monitoraggio e gestione remoti per il canale, che derivano dalla recente acquisizione dell’azienda britannica HoundDog Technology.

Autore: Redazione ImpresaCity

Gfi Software presenta Gfi Max, una soluzione per il monitoraggio e la gestione remoti studiata in modo apposito per fornitori di servizi gestiti (Msp), rivenditori a valore aggiunto (Var) e aziende di supporto IT, ai quali consente  di monitorare e gestire le reti dei propri clienti, garantendo loro un fatturato costante. Si tratta della prima offerta di GFI nel settore dei servizi gestiti derivante dalla recente aquisizione di HoundDog Technology, l’azienda britannica di monitoraggio e gestione remoti.
Gfi Max è una suite costituita da una serie di strumenti di supporto, monitoraggio e gestione remoti per  aziende di supporto IT e MSP. Quest’ultimi possono avvalersi delle soluzioni di monitoraggio dei sistemi in tempo reale, controllo automatico dello stato di salute, tracking degli asset, gestione delle patch, own-brand client reporting e supporto remoto di Gfi Max per aumentare il fatturato, ridurre i costi operativi e fornire servizi di supporto IT.
Per le piccole e medie imprese, che spesso non dispongono delle risorse necessarie per gestire il monitoraggio dei server e della rete 24 ore al giorno, 7 giorni la settimana, anche il minimo malfunzionamento potrebbe causare tempi d'inattività che si traducono in perdita di fatturato e calo della produttività. Il ruolo del canale diventa quindi fondamentale nel consentire alle PMI di monitorare le loro reti. Per rispondere a tali necessità Gfi ha lanciato Gfi Max, la prima proposta in ambito managed services. I partner con Gfi Max possono monitorare e gestire da remoto le reti dei clienti, offrendo loro un nuovo modo per aumentare il fatturato. 
Pubblicato il: 05/08/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione