Logo ImpresaCity.it

Bmc Software in salsa cloud

La società annuncia l’applicazione della propria piattaforma di Business Service Management (Bsm) agli ambienti Cloud Computing e la partnership con Amazon Web Services per semplificare l'implementazione e la gestione per tali ambienti. • Nuova offerta congiunta per una gestione unificata delle risorse IT interne e delle infrastrutture Cloud • Risparmi economici consistenti e maggiore flessibilità operativa grazie all’Integrazione della piattaforma di Business Service Management di BMC c

Autore: Redazione ImpresaCity

In ambito di cloud computing Bmc Software, a differenza di altre aziende che hanno scelto di sviluppare nuove applicazioni, ha invece optato per l’utilizzo di strumenti, le tecnologie e i processi già esistenti all'interno degli ambienti IT.
Attraverso alla collaborazione con i propri clienti e con i service provider,  Bmc supporta le iniziative Cloud con lo stesso livello di capacità di gestione del servizio, automazione e controllo necessario per gli ambienti fisici e virtuali.
In questo contesto Bmc ha annunciato la collaborazione con Amazon Web Services, provider di servizi per le infrastrutture specializzato in ambito cloud, al fine di supportare ulteriormente le aziende nell’estendere le infrastrutture IT interne esistenti in direzione degli ambienti di cloud computing.
Le funzionalità di Business Service Management di Bmc, che riguardano soluzioni di Service Automation, Service Support, Service Assurance, Service Optimization e la piattaforma Atrium, si adattano all’ambiente Cloud,  permettendo di: definire ambienti privati cloud come nuova generazione di data center automatizzati e virtualizzati; fornire un Service Catalog  unificato utilizzabile per i servizi interni ed esterni associati ai service-level agreement e alla gestione dei costi; definire e gestire Service Level specifici per ambienti cliente cloud con caratteristiche differenti; fornire agli utenti funzioni self-service per la richiesta e l’erogazione dei servizi e delle risorse cloud; automatizzare l’orchestration, il provisioning, il change management e il monitoraggio delle risorse cloud; automatizzare il workload management, comprendendo il provisioning in real-time delle macchine virtuali; prevedere e tracciare il costo legato al delivery dei servizi nell'ambiente cloud; mantenere l’accesso a una fonte di informazione unica per il Configuration Management Database (Cmdb), anche nel caso che l’ambiente cloud subisca un’evoluzione.
La piattaforma Bsm offre un approccio incentrato sui servizi per il deployment e dell'amministrazione continuativa delle funzioni di virtualizzazione e delle iniziative interne di Cloud Computing. Basato sulle best practice Itil (Information Technology Information Library), il BSM consente agli amministratori IT di pianificare, gestire e amministrare l'intero ciclo di vita dell'infrastruttura e dei servizi cloud come se si trattasse di un'estensione naturale delle policy e dei processi di gestione già operativi. Il ciclo di vita viene esteso dall'identificazione delle risorse fino al provisioning, alla configurazione e la compliance, così come al monitoraggio e alla ri-allocazione delle risorse.
Bmc forte della sua piattaforma Bsm ha promosso la nuova partnership consentendo ai propri clienti di ottimizzare le infrastrutture IT ibride mediante la soluzione Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2).
Adottando la soluzione di gestione unificata Business Service Management di Bmc, le organizzazioni IT potranno estendere i loro data center interni verso la piattaforma Amazon EC2 e richiedere risorse di elaborazione sia interne (fisiche o virtuali) che esterne (da Amazon EC2) attraverso un portale self-service integrato. Le richieste sono poi gestite attraverso il sistema di change management di Bmc, conforme alle specifiche Itil, e la capacità richiesta viene erogata e configurata nel volgere di pochi minuti. Questa interfaccia self-service supporta anche il de-provisioning e la richiesta di modifiche del servizio. L'associazione e il tracking degli asset delle risorse Amazon EC2 sono effettuati in maniera integrata con Bmc Atrium Configuration Management Database e la conformità di configurazione viene applicata automaticamente. La soluzione integrata supporta sia le Ami (Amazon Machine Images) pre-esistenti che la creazione dinamica di nuove Ami.
Pubblicato il: 20/07/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione