Logo ImpresaCity.it

Fujitsu svela Fujitsu Technology Solutions

Dal 1 aprile Fujitsu Siemens Computers (Fsc) diventa Fujitsu Technology Solutions, lasciandosi alle spalle Siemens e diventando al 100% di Fujitsu. Quest'ultima punta a diventare un player globale, meno baricentrato sul Giappone, e più focalizzato sull'Europa, che diventerà l'area di riferimento per le tecnologie server e storage. Spostamento dell'offerta da prodotti a soluzioni e servizi e focalizzazione su partnership strategiche e canale.

Autore: Barbara Torresani

"Just Fujitsu": il 1 aprile si chiude definitivamente il capitolo Fujitsu Siemens Computers che diventa Fujitsu Technology Solutions. A 10 anni dalla stretta di mano tra  Fujitsu e Siemens, che aveva portato alla costituzione di Fujitsu Siemens Computers, Siemens lascia la sua quota del 50% a Fujitsu Limited che punta a proporsi al mercato in un modo nuovo.
Una Fujitsu che vuole diventare più globale, meno baricentrata  sul Giappone, che porta in Europa la responsabilità delle tecnologie server e storage e sposta il focus dell'offerta dalla fornitura di prodotti alla proposizione a tutto tondo di soluzioni, una combinazione di prodotti e servizi  che risponde alla stretegia della Dynamic Infrastructure.
Un obiettivo che la società vuole portare  avanti contando sempre di più sul contributo di un importante asset come quello delle partnership.
Oggi Fujitsu, con 53 miliardi di dollari consuntivati nell'anno fiscale 2007 (conclusosi il 31 marzo 2008) è il quarto player mondiale nel mercato IT. Nei prossimi capitoli della storia aziendale Fujitsu Technology Solutions (FTS) vuole essere l'elemento catalizzatore e accelaratore della trasformazione e della crescita globale di Fujitsu.
Con una presenza in Europa, Middle East & Africa (più India), un fatturato 2007 di 6,6 miliardi di Euro, un utile netto prima delle tasse pari a 105 milioni di euro, 10 mila dipendenti (di cui 1.000 in R&D) Fujitsu Technology Solutions cuba sul risultato totale di Fujitsu per il 56,6%.
Come ha dichiarato Kai Flore, Presidente e Ceo di Fujitsu Technology Solutions "Fujitsu Technology Solutions, che opererà in modo congiunto con Fujitsu Services, contribuirà in modo significativo alla crescita globale e al processo di trasformazione di Fujitsu. È importante però guardare a Fujitsu Technology Solutions e alle altre unità di Fujitsu come a un'unica entità. Fujitsu da oggi è solo Fujitsu - una società globale, che opera su scala globale e agisce localmente, con filiali radicate sui singoli territori, con strutture di vendita, marketing e servizi vicini ai clienti".
Kai Flore ha spiegato che nel giro di sei mesi la trasformazione societaria dovbrebbe completarsi. Il processo prevede forti investimenti in Europa;  FTS diventerà uno dei pilastri principali delle operazioni di Ricerca&Sviluppo all'interno di Fujitsu a livello globale.  Nelle sedi tedesche di Monaco di Baviera, Paderborn e Augsburg, FTS si occuperà dello sviluppo globale dei prodotti IA (Architetture Intel) storage (in quest'mbito la società vanta partnership strategiche con EMC e NetApp) e server (questa componente tecnologica diventerà sempre più importante per la crescita del gruppo, che vuole raddoppiare le vendite globali per arrivare a 500 mila unità entro il 2010).
Fujitsu incrementerà e investirà maggiormente in R&D in quest'area e in particolare in Germania. Tutte le funzioni di R&D relativi ai server IA saranno centralizzari ad Augsburg, dove esperti giapponesi e tecnici tedeschi collaboreranno in un nuovo centro R&D unificato.
In termini di offerta l'obiettivo societario è quello di espandere il portfolio di soluzioni; non  prodotti ma una combinazione di prodotti e servizi,  che, preannunciata lo scorso novembre all'evento Visit, va sotto il cappello di Dynamic Infrastructures. Si tratta di modelli di delivery costruiti intorno a prodotti e  servizi per l'infrastruttura aziendale, soluzioni pacchettizzate, infrastrutture gestite per arrivare fino al livello dell"Infrastructure as a service", un modello a cui diversi fornitori guardano con intereresse, su cui la società sta lavorando.
Un'enfasi particolare verrà data dalla società alla parte servizi, soprattutto nelle parte di managed services e di servizi infrastrutturali. Tutto ciò non sta a significare che Fujitsu vuole seguire le orme dei grandi player alla IBM e HP che hanno esteso il focus sui servizi. "Il nostro business non cambia, ha enfatizzato Flore, rimaniamo focalizzati sul nostro business principale che nell'area dell'infrastruttura IT".
Per centrare gli obiettivi che si è data, Fujitsu conterà sempre più sul contributo dei partner. "Fujitsu Technology Solutions, ha sottolineato Flore, è un'azienda partner centrica, un'organizzazione partner friendly. Gran parte dei recenti risultati li dobbiamo proprio ai partner".
Fujitsu potrà raggiungere i clienti dell'area Emea di FTS e da qui estendere la propria presenza in mercati emergenti. Il gruppo potrà accedere a un canale composto da circa 1.700 partner diretti e 43 mila indiretti, e potrà sfruttare le competenze del canale di Fujitsu Technology Solutions per far crescere le attività del canale Fujitsu nel mondo.
Oltre a rafforzare le partership strategiche con ISV (come per esempio quelle con Microsoft, Oracle e SAP) la società ha pianificato il rafforzamento della strategia di canale, per il quale ha in programma una serie di nuove attività per il prossimo futuro. Tra queste: il lancio di un nuovo Partner Program il potenziamento del supporto tecnico.
Pubblicato il: 30/03/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni