Logo ImpresaCity.it

L’impegno di Microsoft per la privacy

Microsoft ha dato il via ad una campagna per supportare le aziende a rispettare le norme sulla privacy, mettendo loro a disposizione una serie di risorse gratuite e pratiche per semplificare la convergenza tra normativa sulla privacy e utilizzo di soluzioni tecnologiche innovative a supporto del business.

Autore: Redazione ImpresaCity

Stamattina Microsoft ha presentato la sua nuova campagna online di sensibilizzazione in materia di privacy.
L'iniziativa è stata chiamata MxP (Microsoft per la Privacy), e ha come obiettivo quello di offrire alle imprese italiane strumenti e conoscenze a supporto del rispetto delle norme sulla privacy, permettendo nel contempo ai loro dipendenti l'accesso e l'utilizzo di strumenti IT per svolgere le attività quotidiane.
Dalla navigazione web alla conservazione dei log di connessione, dalla registrazione degli accessi degli amministratori di sistema alla posta elettronica, dalla gestione della password e delle credenziali di autenticazione, passando per la protezione da rischi di intrusioni interne fino alle procedure di back up sono solo alcuni degli aspetti che ogni giorno le imprese del nostro Paese si trovano ad affontare nello svolgimento quotidiano delle attività dei propri dipendenti. La diffusione di sistemi IT e strumenti tecnologici per svolgere il business se da un lato offre grandi opportunità di crescita competitiva e di aumento della produttività, dall'altro lato comporta dei diritti e dei doveri da parte di imprenditori e dipendenti.
I rischi derivanti da una non corretta gestione di tali obblighi e diritti può portare a danni ingenti: spese legali, furto o perdita di informazioni sensibili, accessi non consentiti alla rete aziendale, utilizzo improprio degli strumenti IT per scopi non lavorativi e leggerezza nel trattamento dei dati personali o aziendali.
All'incontro di presentazione è intervenuta Valentina Frediani, titolare dello Studio Legale Frediani specializzato in diritto informatico e privacy, che ha affiancato Microsoft nell'iniziativa offrendo la propria esperienza in ambito legale. L'avv. Frediani ha sottolineato che  "la casistica insegna che le maggiori vulnerabilità in materia di sicurezza dei dati aziendali non emergono a causa di soggetti esterni all'azienda. Troppo spesso avvengono per motivi riconducibili a soggetti interni che con dolo o più semplicemente e preoccupantemente con imprudenza, comunicano all'esterno dati, progetti, informazioni il tutto a causa di un cattivo uso della strumentazione informatica aziendale, come inoltri di posta elettronica con allegati documenti che non dovrebbero circolare in chiaro, utilizzo di supporti esterni non protetti, connessioni a siti contenenti programmi che catturano informazioni. La sicurezza dunque non passa solo ed esclusivamente attraverso la tecnologia, ma anche attraverso la cultura giuridica che disciplini le modalità operative e sottolinei, spesso vietandole, quelle pessime consuetudini che possono abbassare le difese aziendali". 
Per questo motivo la campagna MxP offre alle imprese numerose risorse semplici e gratuite per gestire le risorse informatiche e i relativi accessi a dati e informazioni da parte dei dipendenti. 
In particolare, sul sito è possibile scaricare e personalizzare in maniera rapida e immediata un disciplinare interno, che regolamenti l'utilizzo delle risorse informatiche. Tale documento permette di divulgare in modo idoneo la regolamentazione nell'utilizzo delle risorse informatiche e nella gestione dei dati e delle informazioni in formato elettronico. Francesca Di Massimo, Responsabile dei Progetti Sicurezza di Microsoft Italia, ha messo in evidenza la necessità da parte delle aziende di adottare un "Regolamento Informatico" che disciplini il rapporto tra impresa e dipendente nell'utilizzo delle risorse informatiche.
Per questo motivo Microsoft ha redatto un regolamento base che può essere adottato dalle imprese, eventualmente apportando delle modifiche per venire incontro a delle specifiche esigenze.
Questo regolamento, salvato in formato Word proprio per consentire di apportare liberamente delle modifiche, può essere scaricato cliccando qui.
Inoltre sul sito dedicato all'iniziativa sono a disposizione degli utenti delle presentazioni per la formazione dei dipendenti sul tema, corredate da video esplicativi che affrontano i diversi aspetti giuridico e tecnici. Con pochi click, le aziende possono trovare tutte le risorse necessarie per informare i propri dipendenti dei diritti e doveri riguardanti l'utilizzo degli strumenti IT. 
La campagna fa parte del progetto Microsoft Destinazione Impres@, un'iniziativa volta a elevare il livello di innovazione e competitività delle PMI italiane attraverso servizi, risorse e informazioni.
Pubblicato il: 25/02/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione