Logo ImpresaCity.it

Cedacri analizza il mondo bancario

In un quadro di incertezza, uno studio promosso da Cedacri rileva che le istituzioni e i valori legati al territorio e alla tradizione hanno la fiducia degli italiani.

Autore: Redazione PMI

Sono i valori tradizionali quelli a cui guarda la popolazione italiana come proprità sociali: famiglia, salute fisica e via dicendo. Si si sposta questo esercizio sulle banche sono gli istituti locali a dare maggiore fiducia al cliente rispetto alle grandi banche nazionali, perché li sentono  più vicini ai propri valori, legati alla tradizione e al territorio.
E' ciò che emerge dallo  studio intitolato "I valori sociali e culturali della provincia italiana e la percezione delle banche locali tra gli Italiani" realizzato da Cedacri, polo italiano di servizi informatici per il settore bancario e le istituzioni finanziarie, in collaborazione con l' ISPO - l'Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione. 
Dallo studio, che si basa su dati raccolti con un sondaggio a livello nazionale su un campione che ha risposto in merito ai propri valori e priorità sociali e alla percezione nei confronti delle banche (piccole banche locali vs grandi gruppi nazionali) in termini di fiducia, convenienza, capacità di fidelizzazione, attrattività e solidità, emerge che le priorità sociali e culturali, sia per chi vive in piccoli centri sia per chi risiede in grandi nuclei abitati, riguardano la sfera dei valori più tradizionali e più direttamente connessi alla sfera personale dell'individuo - sottolineando quindi il ruolo centrale della famiglia e della salute fisica, a discapito dell'interesse per la politica o il potere.
Questa tendenza trova conferma anche quando il piano di indagine si sposta sulla percezione delle banche. In questo settore il dato evidenziato è che, sebbene la fiducia nelle istituzioni finanziarie continui ad essere piuttosto bassa (non più del 18% degli intervistati si fida realmente delle banche), è la banca locale a dare maggiore fiducia al cliente, che la sente più vicina a se stesso e ai propri valori, legati alla tradizione e al territorio.
Sono le banche locali ad avere una maggior capacità di fidelizzazione dei propri clienti rispetto a quelle nazionali (73% contro 60%), e anche una maggiore capacità di attrarre clienti di altre banche (il 38% degli intervistati ha risposto che, se dovesse interrompere i rapporti con la propria banca, si rivolgerebbe a una banca locale, contro il 27% che ha invece indicato una banca nazionale).
Dallo studio emerge anche come i clienti delle banche locali diano una migliore valutazione della propria banca in termini di convenienza di quanto facciano i clienti delle banche nazionali (6,8 contro 6,1, in una scala da 1 a 10). Le banche nazionali hanno la meglio su quelle locali si ha solo sul piano della solidità: dalla ricerca risulta che le banche locali sono percepite come meno solide e al sicuro da pericoli (con una differenza, rispetto a quelle nazionali, di oltre 10 punti percentuali).  
Pubblicato il: 09/02/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione