Logo ImpresaCity.it

Mercato Italia terzo trimestre: avanti, adagio

Secondo l'analista Sirmi, nel terzo trimeste del 2008 il mercato italiano si è preso un attimo di pausa. L'ICT riporta una crescita del +1,7%, trainata dall l'IT che cresce del 2,7%. Le Tlc fanno segnare un +1,3% e il Consumer Elettronics rallenta e chiude il trimestre con un +5,5%.

Autore: Redazione PMI

Il mercato dell'ICT procede piano, influenzato da fenomeni generali quali la continua e inarrestabile riduzione dei prezzi dei prodotti, la massificazione dell'offerta, il rilascio di nuovi prodotti a basso costo, la pressione sulle tariffe dei servizi e la contrazione dei budget dei clienti business.
È ciò che emerge dalla relazione trimestrale Sirmi, da cui risulta che il mercato ICT in Italia ha chiuso il terzo trimestre del 2008 registrando un +1,7% rispetto all'analogo trimestre del 2007, pr una spesa end user pari a 15.786,9 Milioni di euro.
L'IT tiene il passo con una crescita del 2,7% e una spesa end user pari a 5.314,8 Milioni di euro mentre le TLC fanno segnare un +1,3%, con una spesa end user di 10.472,1 Milioni di euro.
Dopo la crescita effervescente degli anni passati rallenta il Consumer Electronics, pur riportando un +5,5%, equivalente a una spesa end user pari a 1.829,5 Milioni di euro. È un rallentamento che trova spiegazioni nella saturazione della capacità di spesa e di indebitamento delle famiglie italiane e nella riduzione dei prezzi dei prodotti.
Per quanto riguarda lo spaccato del segmento IT  la componente Hardware è cresciuta del 2,1% nel terzo trimestre (soprattutto grazie alle crescite di large systems, PC, stampanti e hardware per il networking) con una spesa end user pari a 1.827,8 Milioni di euro. Le workstation perdono il 15,7% e riportano tassi negativi anche i sistemi (-3,4%) e lo storage (-3,8%). Da segnalare in questo comparto l'interesse crescente verso i blade server,  l'affermazione dei processi di consolidamento e virtualizzazione in un'ottica di semplificazione delle infrastrutture IT, la diffusione del noleggio quale alternativa all'acquisto e l'evoluzione del modello di acquisto di device mobili.


[tit: Il software e le telecomunicazioni]


Buona la performance del Software nel terzo trimestre 2008 con un +5,1% e una spesa end user pari a 881,6 Milioni di euro, trainata da un +14,1%  del segmento del software di sistema e da un + 5,8% della spesa per middleware e tools.
Anche i Servizi sono in crescita (+ 2,3%)  con una spesa end user pari a 2.605,4 Milioni di euro; si distinguono i servizi di sviluppo (3%) e i servizi di gestione ( +1,7%). Cresce la domanda di servizi per progetti di disaster recovery e business continuity, data protection e sicurezza, consolidamento e virtualizzazione, aggiornamento software e sostituzione ERP.
Le tendenze in atto nell'ambito del software e servizi riguardano l'avvio di nuovi progetti ERP, CRM e Business Intelligence e l'adozione di applicativi gestionali integrati, il ricorso a un outsourcing infrastrutturale, l'affermarsi della modalità di fruizione "Software as a Service", lo sviluppo di offerte di Managed Services e Net Services gestiti da remoto tramite data center e reti Tlc lo sviluppo del web 2.0 e dell'IT 2.0 in un'ottica di collaborazione e multicanalità.
Sul fronte delle TLC, in crescita dell'1,3% con una spesa end user pari a 10.472,1 Milioni di euro, il comparto Mobile cresce del 3,5%, trainato dal 5,3% della spesa per i servizi.
Negativo l'andamento delle TLC fisse che perdono l'1,4%. È questo un comparto di mercato maturo, influenzato negativamente dal downpricing delle tariffe e dell'elevata concorrenza.
La crescita del mercato TLC è alimentata in sostanza dai Servizi TLC mobili e da alcuni componenti dei Servizi TLC fissi quali l'accesso broadband e VAS.
Si affermano, inoltre, nuove aree di nicchia e il confine fra mobile e fisso diventi sempre più labile vista la convergenza fra servizi, infrastrutture e device.
Pubblicato il: 11/11/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni