Logo ImpresaCity.it

Ancora lontana la modernizzazione dell'IT

Da un'indagine Unisys emerge che il 62% delle aziende nel mondo spinge l'innovazione ma oltre il 70% considera ancora l'IT un elemento funzionale e non strategico allo sviluppo del business.

Autore: Redazione PMI

Unisys, società che fornisce servizi e soluzioni di Information Technology, ha commissionato una ricerca che, partendo dalle priorità di business delle aziende, ha voluto analizzare come le aziende sono capaci di trasformare la propria struttura e raggiungere gli obiettivi prefissati nell'arco di tre anni.  
Lo studio, effettuato intervistando 1.200 manager responsabili delle scelte IT e di business, ha evidenziato un forte divario  tra gli obiettivi prefissati e la capacità di raggiungerli, mostrando la necessità di adottare nuovi approcci alla modernizzazione dei processi di business, delle applicazioni strategiche e delle infrastrutture IT per affrontare le sfide che arrivano dal  mercato.
Tra i principali obiettivi di business segnalati dagli intervistati  si collocano l'aumento delle vendite e del fatturato, l'entrata in nuovi mercati, il reclutamento di clienti e l'impostazione di migliori relazioni con clienti e dipendenti. Per raggiungere tali obiettivi gli intervistati ritengono estremamente importanti alcuni fattori, tra cui: la capacità decisionale-strategica; l'abilità nel sostenere l'innovazione; un approccio corretto agli investimenti IT; una gestione completa della comunicazione interna ed esterna all'azienda; l'adozione di modelli affidabili per l'operatività dell'IT; la sicurezza e la promozione di best practice all'interno dell'organizzazione.
E come sarà il futuro di queste organizzazioni entro i prossimi tre anni?
Dai risultati emerge un significativo divario tra intenzioni, capacità effettive e possibilità che tali obiettivi vengano realmente raggiunti.
Il 62% degli intervistati, infatti, intende promuovere la modernizzazione della propria organizzazione e conta nel giro di tre anni di essere all'avanguardia nel sostenerla;  il 70% afferma però di non avere a disposizione le adeguate risorse per procedere verso l'innovazione e di non poter avvalersi in futuro di un maggiore supporto.
Per il 52% del campione  l'IT si porrà come elemento strategico di differenziazione  nei prossimi tre anni, mentre il 72% ritiene che l'IT oggi svolga una funzione di supporto e rappresenti solo uno strumento per accrescere la produttività oltre che un costo per l'organizzazione.
Il  67% degli intervistati nei prossimi tre anni adotterà strumenti di comunicazioni integrate e collaborative con i principali stakeholder, soltanto il 32% però ritiene di avere gli strumenti tecnologici ed economici per poterlo fare.
Il 60% ritiene inesistente, limitato o marginale il modello di sicurezza; il 75% prevede di raggiungere l'eccellenza in questo settore nei prossimi tre anni.
Guardando i risultati della ricerca Unisys ritiene per perseguire l'innovazione le aziende debbano adottare già oggi un approccio nuovo e differente all'IT. Spesso l'IT è infatti considerato solo un centro di costo e non un vero investimento.Solo adottando un cambiamento culturale che persegua una visione sempre più olistica e integrata dei processi e delle loro prestazioni è possibile raggiungere i propri obiettivi.
Alla luce dei risultati dello studio Unisys ha messo a punto  uno strumento per accrescere le probabilità di successo delle aziende, aiutandole a ristabilire le priorità e liberare le potenzialità dell'IT per proiettare il proprio business verso nuovi traguardi.
Si tratta del servizio Unisys Modernization Benchmark,  che aiuta le aziende a rafforzare le proprie attività IT e business, comparandole con modelli operativi di realtà simili e concorrenti ed evidenziando le lacune esistenti tra i risultati auspicati e l'effettiva capacità di raggiungerli.
Pubblicato il: 05/11/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione