Le tecnologie smart cambiano la dinamiche del lavoro

Le tecnologie smart cambiano la dinamiche del lavoro

I risultati di una ricerca Avanade: cresce l'importanza della collaboration, delle soluzioni di connettività e dei device evoluti

di: Redazione del 07/04/2016 12:12

Mobility & Byod
 
Una recente ricerca di Avanade Italy in partnership con Digital4 rivela che l'evoluzione delle soluzioni tecnologiche e il fenomeno della consumerizzazione dell'IT stanno mutando profondamente le modalità e l’ambiente di lavoro degli italiani.

workplacene-mobile-notepad-d-render-46568550.jpg
Con la partecipazione di 500 IT e Digital leader provenienti da dodici diversi settori di business (compresi Financial Services, Pubblica Amministrazione, Logistica e altri), la ricerca esplora le modalità con le quali gli smart device (dispositivi intelligenti) vengono oggi utilizzati all’interno delle aziende italiane e quali saranno i prossimi investimenti in questo ambito, all’interno del processo di trasformazione digitale in atto nelle diverse organizzazioni economiche in Italia.

Gli insight che emergono da questa ricerca - afferma Ugo Castellani, mobility senior director di Avanade Italy - danno conferma della crescente importanza della collaboration, delle soluzioni di connettività e dei device evoluti per garantire ai dipendenti di lavorare in un ambiente realmente smart, ovunque e in qualsiasi momento. Sappiamo bene che le smart technologies stanno garantendo alle aziende un significativo incremento dei ricavi, un miglioramento della customer experience e un innalzamento dei livelli di soddisfazione dei lavoratori. E allo stesso tempo è entusiasmante vedere come le nuove tecnologie stanno trasformando le nostre abitudini di lavoro. Le aziende italiane stanno vivendo un periodo di importanti cambiamenti e gli elementi peculiari della nostra cultura lavorativa rimangono saldi, ma dovranno accompagnarsi all’adozione piena del digital workplace per poter affrontare al meglio l’evoluzione dei cicli economici e le sfide poste dal mercato” .

La comunicazione in Italia diventa sempre di più multi-canale ed è dominata dagli smartphone. I manager che hanno partecipato alla survey hanno rivelato come lo “smart working” oggi è legato soprattutto allo smartphone. E, grazie alle nuove applicazioni multi-canale e multi-piattaforma, le aziende e i dipendenti stanno cambiando in maniera radicale le proprie preferenze nell’ambito degli strumenti per il lavoro di tutti i giorni.

Dalla ricerca emerge chiaramente la propensione dei lavoratori per gli strumenti di produttività personale e aziendale che favoriscono la collaborazione, l’accesso alle informazioni utili per lo svolgimento delle attività di business e il decision making.  

  • Il 78% degli intervistati ammette che lo smartphone è lo strumento preferito per il lavoro     
  • Il 74% dei manager conferma che i computer desktop “tradizionali” sono ancora molto utilizzati in azienda    
  • Il telefono fisso continua a ricoprire un ruolo chiave nell’ambiente di lavoro ed è utilizzato dal 67% degli intervistati    
  • Il 44% dei responsabili IT afferma di usare il tablet nel loro lavoro di ogni giorno, dato che sottolinea come i “PC portatili” hanno ancora un grande margine di crescita in ambito business rispetto ad altri smart device    
  • I notebook si posizionano all’ultimo posto in termini di preferenza negli ambienti di lavoro italiani, con appena il 34% dei manager che predilige i laptop per gestire le proprie attività di business.  

Le email e le soluzioni Cloud riscuotono successo, ma le relazioni personali restano un elemento importante in Italia per avere successo sul lavoro -  Con il miglioramento dell’ecosistema della collaboration in ambito professionale, notiamo una crescita in termini di adozione e investimento in soluzioni di Communication and Collaboration, Social Network, File Sharing e piattaforme di Sync Management.  

L’email rimane la soluzione predominante nello scambio delle informazioni nel 92% dei casi, seguita con il 44% dalle soluzioni in Cloud come OneDrive, Dropbox e WeTransfer. Il meeting di persona resta la forma di riunione preferita per il 94% degli intervistati, seguito dalle conference call con il 55% delle preferenze.

Guardando invece alle piattaforme di comunicazione più evolute, la ripartizione vede un 31% di aziende che utilizzano soluzioni di UCC di tipo aziendale e un 27% che invece impiega soluzioni UCC 2.0 legate alla social collaboration, come ad esempio Skype for Business di Microsoft. Molte aziende italiane hanno mostrato attenzione nei confronti delle soluzioni di ultima generazione per lo scambio dei dati: oltre la metà, infatti, sarebbe interessata a soluzioni di bumping (device-to-device file transfer), e quasi la metà a soluzioni biometriche per potenziare la sicurezza di dispositivi e applicazioni, semplificando i processi di accesso ed elevando i livelli di protezione delle informazioni.  

Le nuove tecnologie sono una priorità, ma gli investimenti latitano ancora  - Dalla survey emerge da parte delle imprese italiane il riconoscimento del valore dell’innovazione e la volontà di intraprendere un percorso tecnologico in grado di ottimizzare la gestione e a migliorare la qualità delle comunicazioni tra i dipendenti e con i clienti.

Tra le priorità di investimento evidenziate dalla nuova ricerca, con il 41% svetta la volontà di rendere più efficienti le postazioni di lavoro, seguita dal 32% di risposte che indicano un cluster tecnologico costituito da soluzioni a supporto della produttività individuale e della collaboration, mentre il 29% degli intervistati indica come priorità il potenziamento della sicurezza dei dispositivi fissi e mobili e dei dati.

Nel complesso, il 45% dei partecipanti alla survey ha rivelato che sta già pensando di introdurre le innovazioni sopra descritte ma che non è nei piani già per il 2016. Inoltre, solo il 10% dei responsabili IT ha ammesso che le loro aziende hanno programmato e assegnato un budget specifico per l’innovazione tecnologica per quest’anno. 


Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota