Il software di Citrix per lo smart working

 Il software di Citrix per lo smart working

Jolivet ( Citrix) : Citrix vuol parlare ai clienti di dati e applicazioni e non di device e tecnologie. Le app son driver di nuove opportunità

di: G.F. del 05/04/2016 18:05

Mobility & Byod
 
 Non solo a livello aziendale Citrix è a una svolta . Il messaggio? Citrix vuole  occupare una posizione di primo piano nell’arena del posto di lavoro mobile e del business delle app. Mentre si sta facendo anche carico delle necessità degli utenti acquisiti , insegue i cambiamenti in atto del mercato.  Un report italiano  segnala l’attenzione per Citrix verso l’erogazione sicura di app e dati anche alle nuove leve del lavoro aziendale . Viene abilitato il nuovo modo di lavorare “smart” su  ogni device e su ogni rete con la complicità delle iniziative aziendali orientate al cloud computing ibrido.

jolivetlow.jpg
Benjamin Jolivet, Country manager di Citrix Italia, Southeastern Europe e Israele, accompagna la lettura di uno studio italiano sull’utenza aziendale con alcune considerazione  di strategia per l’offerta aziendale dove l’accento viene posto sulla sicurezza e la gestione delle app e non dei device.
Secondo lo studio, il 73% degli intervistati avverte oggi una maggiore vulnerabilità delle proprie informazioni .Sono i Millennials – la fascia demografica compresa tra i 18 e i 35 anni di età e che con Internet è praticamente cresciuta - a percepire più di tutti l’aumento del livello di vulnerabilità dei propri dati.Il senso di insicurezza è diffuso, se si pensa che l’81% dei rispondenti avverte il rischio che i propri dati possano essere violati in qualsiasi momento. Il cloud è considerato piuttosto affidabile, se si pensa che il 53% considera al sicuro i dati salvati sulla nuvola. Le informazioni sensibili e i dati personali sono comunque percepiti come un valore da tutelare con la massima attenzione.
 “Sebbene le tecnologie quali i firewall, gli antivirus, il controllo degli accessi e il monitoraggio perimetrale restino elementi importanti, esse vengono tuttavia sempre più facilmente superate, in quanto gli hacker oggigiorno prendono di mira direttamente le applicazioni, i dati e i dispositivi.” Per Jolivet  “ciò di cui si ha bisogno è un nuovo strato di sicurezza che renda più efficace la gestione dei rischi. La virtualizzazione dei desktop fornisce quello strato aggiuntivo di sicurezza che offre alle organizzazioni la piena libertà di adottare le iniziative aziendali quali la mobility, il lavoro flessibile e il BYOD, e di far lavorare le persone in qualsiasi luogo e momento sia necessario. Allo stesso tempo, la virtualizzazione desktop, affiancata da una condivisione di file sicura e dalla gestione della enterprise mobility, aiuta a rafforzare la sicurezza delle informazioni e la conformità per le applicazioni, i dati e i dispositivi a supporto delle priorità aziendali e IT.” 
Ma Jolivet introduce qualche considerazione ulteriore: il fenomeno cloud pubblico ( alla Dropbox) non è ancora padroneggiato nelle imprese e nella Pubblica amministrazione, ma “ senza sicurezza non si può attuare un nuovo modo di lavorare”. In questo momento l’atteggiamento delle imprese  di fronte alla rottura del perimetro  di sicurezza aziendale è di tipo tattico. La proposta di Citrix è di “ mettere in sicurezza app e dati e non pensare solo al device”.
Gli strumenti software proposti da Citrix permettono di restringere così il perimetro della sicurezza azionale: “ Se l’IT non ha il controllo  del suo network , una soluzione come Netscaler permette di ridurre la superficie di attacco. In questo modo Citrix accoglie la diversità delle esperienze utente senza compromettere la sicurezza”.
citrix-sicurezza.jpg

Netscaler è la rete di distribuzione di dati e app che possiede intelligenza applicativa, offre prestazioni e sicurezza fino a capacità analitiche ottimizzate per l’endpoint. Le soluzioni aziendali che costituiscono la  Workspace Suite di Citrix sono ospitate nel cloud ed erogate e distribuite all’utente attraverso Netscaler. In tema di sicurezza l’opinione di Jolivet sulle imprese italiane a confronto con quelle che compongono  il panorama internazionale è di  un atteggiamento verso il cambiamento  definito “a zero risk” che in qualche modo paralizza l’innovazione digitale . 
Se il tema generale del momento è quello dello smart working ( non solo della trasformazione del workflow aziendale) la risposta di Citrix prende il nome di “software defined workplace”: il luogo di lavoro  - e dunque il business aziendale- è strettamente legato alla qualità del software. “Dal 2015 le imprese italiane hanno iniziato  in lavoro di trasformazione importante”, segnala Jolivet . E cloud e mobility entrano nello smart working anche per migliorare il worklife balance.  
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota