Dynatrace e la crescita del mobile shopping

Dynatrace e la crescita del mobile shopping

Dynatrace, il 60% dei Millennials e il 42% di tutti gli utenti mobile utilizzeranno smartphone o tablet per lo shopping natalizio

di: Redazione del 02/12/2015 12:17

Mobility & Byod
 
Mobile Shopping, come si comporteranno i consumatori nel corso delle festività natalizie? L'indagine Dynatrace condotta nel mese di ottobre che ha coinvolto oltre 5.000 utenti in cinque diversi paesi rivela come i giovani tra i 18 e 34 anni stiano guidando una nuova richiesta di eccellenza nel campo delle prestazioni digitali. 

dynatrace.png
"I Millennials (le persone nate tra il 1980 e il 1999" sono sempre più mobile, social e si aspettano una qualità superiore nell’esperienza online rispetto alle generazioni precedenti, affrermano gli autori dello studio. La loro richiesta di eccellenza digitale anticipa quello che ci riserverà il futuro e mette sotto forte pressione i rivenditori che devono adattarsi al cambiamento".

Secondo l'indagine Il 60% dei Millennials e il 42% di tutti gli utenti mobile hanno in programma di utilizzare il proprio smartphone o tablet per lo shopping natalizio di quest'anno. Il sorpasso rispetto al negozio fisico tradizionale è vicino: globalmente il 50% dei giovani tra i 18 e 34 anni ha dichiarato che farà shopping più dal dispositivo mobile che fisicamente in negozio. In UK il dato raggiunge il 60%.

"Quest’anno il mobile shopping batterà tutti i record e il prezzo da pagare per quei rivenditori che non forniscono esperienze digitali di qualità sarà molto più elevato, afferma Erwan Paccard, Director of Omnichannel Strategy di Dynatrace. Siamo in grado di prevedere il futuro del retail, proprio guardando a quello che i consumatori da mobile di età compresa tra i 18 e i 34 anni stanno facendo adesso. Chiedono un’esperienza di acquisto impeccabile e se vengono delusi sono pronti a lamentarsi sui social media. E' un fenomeno che sta cambiando definitivamente il mondo della vendita al dettaglio. Le aziende vinceranno o falliranno in base alla loro capacità di fornire grandi esperienze ai clienti rispetto a ogni possibile punto di contatto digitale".

"La rivoluzione digitale interessa tutti i settori, continua Paccard, ma influisce ancora più pesantemente su un segmento di mercato altamente competitivo come la vendita al dettaglio. I comportamenti e le aspettative dei clienti stanno cambiando a un ritmo più rapido di quanto serva a molte aziende per potersi adattare ma con gli strumenti di digital performance management, gli sviluppatori, le IT operation e i team di business potranno ottenere la visibilità necessaria per collaborare meglio e concentrarsi sulla capacità di offrire esperienze utente di qualità”.

Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota