La Digital Boutique di DS Group

La Digital Boutique di DS Group

Un modello per un'esperienza digitale che contribuisce a ottimizzare magazzino e distribuzione e rendere efficiente marketing e customer care

di: Redazione del 13/02/2015 09:01

Mobility & Byod
 
Come si può interpretare la trasformazione digitale del business della moda? Quali modalità, processi, tecnologie possono aiutare a trovare una convergenza tra spazi fisici e propensione all'acquisto online, superando i limiti di un'esperienza retail tradizionale? Serve un'esperienza convergente che possa mettere a fattor comune quanto oggi il mercato può offrire in temini di tecnologie abilitanti un doverso modello di business.
A questo lavora DS Group, che sulla base di esperienze nel retail (tra queste Valentino, Calzedonia, Luxottica, Pinko) e grazie a un ecosistema di partner come Samsung, Microsoft, SAP, Intel, Ingenico, Motorola, ha creato la Digital Boutique, spazio tecnologico che è possibile visitare presso la sua sede milanese. e che rappresenta un possibile modello di Multichannel Retail Experience. Cuore della Digital Boutique è Combenia, piattaforma che DS Group ha sviluppato per il mondo Fashion & Luxury.

unnamed.jpg

“Con questo modello di negozio digitale le aziende del settore possono imparare a conoscere meglio il consumatore, ottimizzare magazzino e distribuzione, rendere efficiente marketing e customer care”, afferma Romeo Quartiero, Presidente e CEO di DS Group. “Si tratta di una soluzione che aiuta a raggiungere obiettivi fondamentali di brand reputation e di business, contribuendo significativamente a migliorare efficienza e produttività e ad abbattere i costi”.


I servizi offerti dalla Digital Boutique
Si parte da riconoscimento e mappatura (Store Analytics and Virtual Check-In) del cliente che entra nel negozio: attraverso tecnologie di rilevazione fra cui telecamere, beacon e wi-fi, mappa gli ingressi della persona e la permanenza nello store e ne individua le caratteristiche principali.
Seconda tappa, Interactive Digital Signage: un grande schermo, per mezzo di una web cam incorporata, proietta video e contenuti personalizzati proponendo outfit diversi a seconda del sesso e della fascia d’età della persona.
Si passa poi alla Hybrid Shop Experience con tavoli e totem touch interattivi che permettono al consumatore l’e-shop direttamente nello store: mentre prova un capo, può selezionare ulteriori misure e colori da catalogo e ordinare modelli non disponibili in negozio, con consegna successiva a casa o altra destinazione.
Segue la Smart Dressing Room, il camerino multimediale che, all’ingresso del cliente, effettua la rilevazione dei capi muniti di tag in transito, consentendo alla marca di effettuare statistiche tra il provato e il venduto e profilare le preferenze delle persone
Il percorso si chiude con il Mobile Payment, con dispositivi mobili dedicati al pagamento, fra cui il Mobile Pos, che, sempre mantenendo massima sicurezza, smaterializzano il punto cassa eliminando le code e le attese e garantendo flessibilità e comodità.
Tag notizia:

Potrebbe anche interessarti:

 

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota