La mobility crea difficoltà per i Cio

La mobility crea difficoltà per i Cio

Secondo uno studio di Vanson Bourne, la maggioranza dei dipendenti non ha accesso agli strumenti dei quali ha bisogno per lavorare in mobilità.

di: Redazione ImpresaCity del 28/10/2014 10:10

Mobility & Byod
 
I Cio sembrano avere problemi a rispondere correttamente alle richieste interne di accesso alle applicazioni di business in mobilità. La constatazione emerge da uno studio realizzato da Vanson Bourne (su commissione di VMware), su un campione di 1.800 decisori It e 3.600 dipendenti di aziende con oltre 100 addetti in numerosi paesi europei (Italia compresa) e mediorientali.
L’87% del personale aziendale non dispone di un accesso completo agli strumenti mobili necessari per essere produttivi quanto desirerebbero. Ancor peggio, un quarto di loro si dichiara pronto a scavalcare l’It per ottenere le applicazioni di cui hanno bisogno.
La difficoltà viene confermata a livello It. Solo il 13% dei 1.800 soggetti interpellati ha affermato di essere in grado di soddisfare pienamente le richieste. Il 32% non riesce a controllare l’accesso ai dati professionali dai terminali mobili dei dipendenti e la problematica della sicurezza è identificata come principale difficoltà dal 59% dei responsabili It.
Sempre in base allo studio di Vanson Bourne, le imprese non aggiornano né condividono le politiche di mobility con il personale. Questa debolezza potrebbe spiegare la mancanza di fiducia che affligge il 50% dei dipendenti. I processi di implementazione, poi, vengono giudicati troppo lenti. La latenza nella messa in opera di una nuova applicazione sul pc portatile di un fornitore esterno, per esempio, raggiunge le tre settimane. Questo ritardo si scontra con le necessità del business.
In conclusione, l’analista rimarca come la sfida da affrontare riguardi la velocità di avviamento delle applicazioni mobili, assicurando un livello di sicurezza che non pesi sulla libertà del dipendente, specie si viene coinvolto il terminale personale. Il tutto si colloca in un quadro normativo in evoluzione, che deve essere comunicato correttamente all’utente e da questi ben compreso.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota