Vodafone crea il portafoglio virtuale per i pagamenti Nfc

Vodafone crea il portafoglio virtuale per i pagamenti Nfc

Dopo una lunga fase di sviluppo e test, il carrier multinazionale propone per primo un’offerta combinata di carta di credito e wallet virtuale per i mobile payment.

di: Roberto Bonino del 09/04/2014 15:10

Mobility & Byod
 
Pagare prodotti e servizi acquistati con lo smartphone è già oggi possibile in modalità tradizionale. La tecnologia Nfc (Near Field Communication) consente di usare il proprio dispositivi mobile come una sorta di tessera magnetica, al pari delle carte di credito o degli abbonamenti ai mezzi pubblici, anche per effettuare micropagamenti negli esercizi convenzionati.
In Italia questa possibilità verrà resa disponibile da Vodafone a partire dal prossimo 29 aprile, con un’offerta che combina la disponibilità di una carta di credito Nfc e di un portafoglio virtuale, nel quale sarà possibile aggiungere anche tutti i titoli di credito personali e, in futuro, anche altri strumenti come le carte fedeltà, le tessere di abbonamento ai trasporti pubblici e anche le carte d’identità.
vodafone-smart-pass-nfc.jpgIl perno della proposta è rappresentato da SmartPass Nfc, evoluzione della carta prepagata che Vodafone già offre da qualche anno e ha collezionato a oggi circa 500mila utenti. Associata ai circuiti Mastercard e CartaSi, essa consentirà di effettuare pagamenti in modalità contactless, purché si disponga di uno smartphone con tecnologia Nfc integrata. Basterà scaricare una app sul proprio dispositivo e inserire i dati della SmartPass per abilitare il servizio Vodafone Wallet e poter sfruttare la nuova modalità di pagamento presso uno dei 150mila Pos contactless oggi attivati sul territorio.
La tecnologia che ha reso possibile questo servizio è stata sviluppata da Sia, ha richiesto alcuni anni di sviluppo e test, previo accordo fra i principali carrier mobili italiani e le banche, in modo da creare il necessario ponte comunicativo per completare le transazioni. La piattaforma di base è aperta e anche gli altri operatori dovrebbero presto annunciare un analogo servizio.
Oltre alla SmartPass Nfc, sarà possibile virtualizzare su Vodafone Wallet anche le carte di credito personali e aziendali, per poter scegliere con quale titolo pagare di volta in volta, Per importi fino a 25 euro non viene nemmeno richiesto il Pin. Ubi e Mediolanum sono le prime banche che abiliteranno, entro l’estate, il servizio, ma, secondo Vincenzo Scarlato, responsabile innovation e consumer services di Vodafone Italia, “già entro fine anno la copertura sarà molto significativa”.
vodafone-ferruccio-borsani.jpgIl carrier ha già distribuito circa 200mila Sim Nfc nei propri 800 store distribuiti sul territorio italiano. Il servizio potrà essere inizialmente fruito su dispositivi Android, mentre Windows Phone dovrebbe arrivare dopo l’estate. Gli iPhone di Apple sono per ora esclusi, perché non sono disponibili modelli che integrano la tecnologia Nfc. “Il potenziale di sviluppo di SmartPass Nfc e Vodafone Wallet è molto alto – ha commentato Ferruccio Borsani, direttore generale commerciale di Vodafone Italia -. Già oggi, infatti, ci sono in circolazione nel nostro Paese circa 8 milioni di smartphone Nfc ed entro il 2015 il 75% della base Pos installata sarà abilitata per i pagamenti mobili di nuova generazione”.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota