Un caricatore unico per tutti i terminali mobili entro tre anni

Un caricatore unico per tutti i terminali mobili entro tre anni

In base a una decisione adottata dal Parlamento Europeo, telefoni portatili, tablet e Gps dovranno essere alimentati tutti allo stesso modo.

di: Redazione Impresa City del 14/03/2014 12:49

Mobility & Byod
 
Nei giorni scorsi, il Parlamento Europeo ha adottato una direttiva della Commissione che impone l’adozione di caricatori universali per tutti i telefoni mobili, tablet e Gps. Gli Stati membri hanno ora due anni di tempo per trasporre la direttiva in diritto nazionale e i produttori disporranno di un ulteriore anno per adattare i propri dispositivi.
Entro tre anni, dunque, si potrà ricaricare, per esempio, uno smartphone Nokia con il caricatore di un iPad o un prodotto Samsung con l’accessorio di Lg. Oltre alla comodità e alla semplificazione, ne dovrebbe derivare una diminuzione dei costi d’acquisto e degli scarti inutilizzati.
Un accordo in questa direzione era stato già siglato nel 2010 fra Nokia, Sony Ericsson e Samsung. Il grande assente era, ovviamente, Apple, che ha continuato a produrre caricatori proprietari cambiandoli anche fra una generazione e l’altra di dispositivi.
La Commissione Europea promuoverà anche uno studio per analizzare le possibilità di attuazione della direttiva approvata, sia favorendo la stipula di nuovi accordi sia attraverso misure giuridicamente restrittive per chi non si adatterà.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota