Idee a confronto per la gestione dei dispositivi mobili

Idee a confronto per la gestione dei dispositivi mobili

Al Mobile World Congress di Barcellona, Dell, Citrix e Blackberry hanno esibito le rispettive novità sul fronte Mdm e dintorni.

di: Redazione Impresa City del 26/02/2014 15:01

Mobility & Byod
 
Pur se con circospezione e volontà di tenere sotto controllo il fenomeno, le aziende stanno aprendo le possibilità di accesso ai dati e applicazioni core ai dispositivi mobili, siano essi forniti “dall’alto” o di proprietà dei dipendenti. Alcune risposte sulle modalità di gestione di questa nuova realtà sono arrivate dal Mobile World Congress di Barcellona.
Dell, ad esempio, ha presentato una nuova versione della soluzione di accesso mobile sicuro Secure Mobile Access, che regola i flussi e gli scambi di informazioni fra sistema informativo e dispositivo sulla base delle autorizzazioni definite a monte e che soddisfano le esigenze di sicurezza interna. La tecnologia, infatti, integra meccanismi di controllo che verificano, per ogni terminale, elementi come la validità del certificato, la versione del software e del firmware, l’Id, root e jailbreak. La soluzione propone anche strumenti di controllo degli accessi via Ssl Vpn, che rendono sicura la connessione ad applicazioni e risorse da una pletora di piattaforme, come Windows, iOs, MacOs X, Android o Kindle Fire. Per proteggere i dati più sensibili, inoltre, gli amministratori possono inserire regole per il controllo dell’apertura dei file in altre applicazioni, la copia, la stampa o il trasferimento in cache su Mobile Connect.
Citrix, invece, ha stretto una partnership con Samsung e Intel per lanciare XenMobile for Samsung Knox, una soluzione di sicurezza e amministrazione per i terminali Android compatibile con il software di amministrazione del costruttore coreano, che si occupa di separare virtualmente i dati sensibili e le applicazioni di business dell’utente da quanto utilizzato per scopi privati. Gli utenti di terminali mobili di Samsung possono così accedere in tempo reale e in sicurezza agli strumenti di cui hanno bisogno, mentre gli amministratori dispongono di un’interfaccia centralizzata per la visibilità e il controllo degli accessi.
Blackberry, infine, ha presentato la nuova versione 12 di Bes (Blackberry Enterprise Service), che in prospettiva riunirà in una sola piattaforma le precedenti versioni Bes5 e 10, per agevolare una migrazione destinata a interessare oltre 80mila clienti. Il programma Ez Pass si occupa proprio di questo e offre supporto gratuito alla migrazione dalle precedenti versioni. La nuova release aggiunge alle piattaforme già supportate anche Windows Phone 8 e sarà possibile l’implementazione on site oppure via cloud. Il vendor ha esibito anche Bbm Protected, un sistema di instant messaging particolarmente attento alla sicurezza, grazie alla crittografia end-to-end dei messaggi.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota