Acer, più mobile computing

Acer, più mobile computing

Dopo il ricambio al vertice il vendor taiwanese si è detto pronto a contrastare al meglio la tempesta che si è abbattuta sui mercati con una focalizzaione su mobiel e cloud

di: Redazione del 13/01/2014 10:38

Mobility & Byod
 
Il mercato del personal computer cerca di riprendersi dalle ferite riportate nel 2013, l’anno più nefasto della storia del PC in cui si è registrato un calo delle vendite del 10%. Gartner prevede che nel 2014 i volumi rimarranno pressoché invariati rispetto all’anno precedente. Dinamiche che hanno creato non pochi turbamenti in tutta l’industria che nel il pc ha il proprio core business. Significa intraprendere profondi cambiamenti sia per coloro che producono teconologia di base, vedi Intel, sia per tutti coloro che creano PC. Tra questi la taiwanese Acer che, dopo un ricambio al vertice con l’insediamento di Jason Chen, si è detta pronta a contrastare al meglio la tempesta che si è abbattuta sui mercati. Tra gli obiettivi, una ovvia riduzione delle spese, con una cura dimagrante del personale (già annunciato un taglio del 7% della forza lavoro), puntando nello stesso tempo a una diversificazione dell’offerta, focalizzandosi su aree come mobile (smartphone, tablet e device ibridi) e cloud computing. Diversificazione è la parola d’ordine i cui primi risultati si sono visti già nel corso dell’ultimo CES di Las Vegas con l’introduzione, accanto a nuovi portatili di Windows, di tecnologia mobile associata ad Android e ChromeOs piattaforme operative di Google. L’intenzione è abbandonare lo status di compagnia legata a un profilo prettamente hardware per diventare un’azienda in grado di complementare il mercato PC con software e servizi cloud. 
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota