Le app possono rallentare i mainframe

Le app possono rallentare i mainframe

Uno studio di Compuware punta il dito sugli strumenti per il controllo delle transazioni sui grandi sistemi.

di: Redazione Impresa City del 05/12/2013 10:36

Mobility & Byod
 
La diffusione delle tecnologie mobili può semplificare la vita degli utilizzatori finali, ma crea non pochi grattacapi per i responsabili dei sistemi informativi, soprattutto laddove esista un’infrastruttura tecnologica e organizzativa complessa.
Una ricerca realizzata da Compuware conferma questa sensazione, sottolineando come sia al momento difficile isolare e rimediare ai problemi operativi causati dalle evoluzioni in corso. L’indagine ha sondato 350 direttori di sistemi informativi a livello mondiale e il 90% di questi ha indicato di ricorrere a pratiche di controllo e monitoraggio delle transazioni un po’ datate, che non offrono la corretta visibilità sulle modalità con le quali interagiscono le applicazioni mainframe e quelle distribuite. Inoltre, le strutture It si trovano spesso a perdere tempo in riunioni volte a risolvere problemi complessi difficili da individuare correttamente, con la prospettiva di arrivare a intaccare i margini operativi delle aziende e la loro reputazione.
Lo studio di Compuware rileva come il 68% dei direttori di sistemi informativi stimi che gli sviluppatori di applicazioni distribuite, inclusi quelli che si occupano di quelle mobili, non siamo coscienti dell’impatto che il loro lavoro ha sull’ambiente mainframe. Un’interattività male ottimizzata fa salire inutilmente il costo dei Mips utilizzati, mentre invece questi oneri potrebbero essere ridotti se gli sviluppatori potessero vedere come il loro codice impatta sui sistemi.
Inoltre, l’89% dei Cio pensa che i carichi di lavoro dei mainframe stiano aumentando e si stiano diversificando. Secondo le loro stime, le applicazioni distribuite li hanno fatti aumentare del 44% negli ultimi cinque anni. E il 74% di questi pensa che anche la complessità che ne risulta allunghi i tempi di risoluzione dei problemi. 
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota