Aziende, attenzione al digital divide interno

Aziende, attenzione al digital divide interno

Uno studio realizzato da Bt e Cisco punta il dito sullo scollamento crescente fra esigenze dei dipendenti e atteggiamento dei responsabili It.

di: Redazione Impresa City del 29/11/2013 14:31

Mobility & Byod
 
Le grandi aziende multinazionali, e non solo, si trovano a doversi confrontare con una sorta di digital divide radicato all’interno della propria organizzazione. È quanto emerge da uno studio realizzato da Bt e Cisco, nel quale si evidenzia come i dipendenti richiedano sempre più nuovi metodi di collaborazione per comunicare più efficacemente, mentre i responsabili It continuano a proporre sistemi basati su tecnologie obsolete.
Il forte aumento della flessibilità del lavoro, la domanda di miglior strumenti di collaborazione, l’utilizzo del video e la pressione che, seppur in maniera diseguale, deriva dall’utilizzo dei dispositivi mobili personali sul luogo di lavoro obbligano i responsabili It a trovare soluzioni che, piuttosto che appesantire l’infrastruttura interna, guardano verso il cloud computing.
Lo studio, che ha coinvolto 500 decision maker informatici in Europa, evidenzia come in tre quarti delle aziende non ci sia percezione delle difficoltà dei dipartimenti It a rispondere alle attese degli utenti interni. Solo un soggetto su tre ha dichiarato che la piattaforma di comunicazione della propria impresa è sufficientemente evolutiva, ma il 52% ha rilevato il perdurante utilizzo di Pbx obsoleti e il 40% valuta di dover sostituire la centrale di comunicazione.
Il cloud viene sempre più considerato come possibile soluzione per questi problemi, in particolare per quanto riguarda il supporto ai servizi vocali e di comunicazione. Il 58% degli interpellati ritiene questa modalità più pratica per gli aggiornamenti. In una fase di restrizione di budget, le imprese che hanno adottato tecnologie cloud hanno potuto riscontrare una riduzione media del 24% dei costi operativi e un aumento del 25% della produttività.
Lo studio rileva anche come il 63% del campione veda nella sicurezza il principale ostacolo all’implementazione di soluzioni cloud.
Ovviamente, analisi su commissione come questa sono in qualche modo propedeutiche alla proposizione di soluzioni ad hoc da parte di chi le ha sponsorizzate. Nel caso specifico, Bt e Cisco stanno proponendo la soluzione One Cloud Cisco abbinata a Bt One Voice. La prima, basata su Hosted Collaboration Solution, raggruppa un insieme di strumenti di collaborazione. Vi sono compresi la rilevazione delle presenze, l’instant messaging Jabber, il video, la mobilità e la voce ad alta definizione. I costi sono calcolati per utente, senza impegno di durata o volume di chiamate. La combinazione con Bt One Voice dovrebbe apportare risparmi aggiuntivi sulle chiamate internazionali e quelle di mobilità.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota