Europa: più Wi-Fi, ma il roaming resta caro

Europa: più Wi-Fi, ma il roaming resta caro

Segnali contrastanti sul fronte della mobilità arrivano dalla Commissione Europea. Spinta sul traffico Internet, ma per le chiamate si pagherà come ora.

di: Redazione Impresa City del 02/09/2013 10:20

Mobility & Byod
 
Solo poco più di due mesi fa, Neelie Kroes, commissaria europea con delega sul digitale, affermava la sua intenzione di voler ridurre drasticamente, se non annullare, il costo delle chiamate mobili fra diversi paesi dell’Ue. Secondo la Reuters, questo intento sarebbe già stato abbandonato, di fronte alle critiche avanzate in blocco dai principali operatori del settore, fra i quali anche Telecom Italia (accanto a Orange, Telefonica e Deutsche Telekom).
Per il momento, dunque, i prezzi massimi praticabili resteranno di 24 centesimi al minuto per le chiamate dall’estero, 7 centesimi per il ricezione, 8 centesimi per gli Sms e 45 centesimi al Mb per il traffico dati. La Kroes avrebbe voluto agire soprattutto su quest’ultimo, portandolo fino a 1,5 centesimi al Mb, utilizzandolo come viatico per favorire la progressiva costituzione di un mercato unico europeo delle comunicazioni e spostando l’asse concorrenziale sul fronte dei servizi.
D’altra parte, è proprio la navigazione Internet a catalizzare il traffico mobile in Europa e, secondo uno studio interno della Commissione Europea, il 71% di esso passa già per il canale del Wi-Fi. Il dato appare naturale, visto che i costi non sono comparabili con quelli delle tecnologie tradizionali di comunicazione mobile. In futuro, l’attenzione della Kroes potrebbe dunque concentrarsi su questo fronte, favorendo soprattutto l’estensione dell’accesso al Wi-Fi, allargando lo spettro delle frequenze (sulla banda dei 3,5 GHz e altre, per esempio), semplificando le prassi amministrative per gli operatori sulla proposizione di nuovi servizi e potenziando la diffusione delle cosiddette “small cell”, ovvero le antenne mobili installate sia in piccoli spazi che in luoghi pubblici molto frequentati per decongestionare le reti mobili, spostando porzioni di traffico su quelle fisse.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota