Le applicazioni mobile e social sbarcheranno sui mainframe

Le applicazioni mobile e social sbarcheranno sui mainframe

Per rafforzare l’offerta nella fascia alta dei sistemi, Ibm cerca di permettere soprattutto a grandi aziende e banche di implementare più facilmente app mobili.

di: Roberto Bonino del 23/02/2013 19:20

Mobility & Byod
 
Ibm prova a portare anche sui mainframe il supporto di carichi di lavoro mobile e social, soprattutto allo scopo di mantenere questa fascia di sistemi competitiva rispetto alle macchine meno costose. Nel recente passato, Big Blue aveva già aggiunto chip speciali per far girare carichi di lavoro di tipo Java e Linux, consentendo alle aziende di gestire i loro server Power e x86 da una console mainframe. Per attirare nuovi clienti, sono state anche proposte versioni “leggere” di queste macchine, ma la competizione con i server Unix o x86 resta complessa per una tecnologia spesso ritenuta legata a una tradizione ormai obsoleta nei data center.
I mainframe, in effetti, sono ancora oggi utilizzati soprattutto da banche e operatori delle telecomunicazioni, che sono disposti a fare investimenti impegnativi, per disporre di macchine insuperabili dal punto di vista della sicurezza e della disponibilità, ma per implementare applicazioni mobili o collaborative si sono fin qui rivolte altrove.
Quali sono le strade che Ibm potrebbe intraprendere per allargare il raggio d’azione dei propri sistemi high-end? Una possibilità è di ampliare la disponibilità di application server WebSphere sui System z, ma altrettanto valida potrebbe essere l’ipotesi di fornire tool e servizi per consentire agli utenti di portare le applicazioni mobili e collaborative esistenti verso i mainframe. Tuttavia, fornire un accesso mobile ai dati su un grande sistema presenta un dilemma. Come già detto, infatti, la scelta viene effettuata o mantenuta dalle aziende anche per ragioni di sicurezza e l’allargamento delle possibilità di accesso, anche se via software, potrebbe creare una contraddizione difficile da risolvere.
A breve termine per i sistemi tradizionali di Ibm saranno le funzioni analitiche a generare nuovo interesse. Le esigenze di business, ma anche quelle legate, ad esempio, alla fraud detection, richiedono capacità di analisi dei dati transazionali quasi in tempo reale. I mainframe rappresentano ancora la soluzione dalle migliori capacità in questo senso.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota