Documentazione incompleta, un problema per il mondo open source

Documentazione incompleta, un problema per il mondo open source

GitHub ha realizzato un sondaggio nella propria comunità per capire quali sono gli elementi critici dei progetti.

di: Redazione ImpresaCity del 11/07/2017 09:10

Enterprise Management
 
In relazione con il mondo dell'industria, delle accademie e della propria comunità, GitHub ha pubblicato uno studio con valenza per l'intero mondo open source. In particolare, sono state interpellate in maniera casuale 5.500 persone che hanno lavorato su 3.800 repository, proponendo loro una cinquantina di domande sui progetti realizzati o studiati.
In primo luogo, emerge che la documentazione rappresenta l'elemento più importante virgola quanto spesso poco preso in considerazione. Il 93% del campione ha indicato che una documentazione poco qualitativa o incomprensibile è il primo problema riscontrato. In compenso, il 60% non contribuisce mai o molto raramente alla realizzazione di questa documentazione. In modo particolare, il ruolo principale in quest'ambito è detenuto dalla licenza, ritenuta della massima importanza per il 64% delle persone interrogate prima di utilizzare un progetto.
I contributori vedono nei documenti la possibilità di creare delle sotto comunità, ma anche di veicolare dei valori. Tuttavia, emerge anche il problema della tensione fra questi soggetti. Lo studio nota che i conflitti sono rari, ma il loro contenuto viene rapidamente diffuso agli occhi di tutti. Il 18% del campione si sarebbe già confrontato con questo genere di situazione, ma uno su due ne è stato perlomeno testimone. La prima fonte di conflitto è la mancanza di cortesia, ma non mancano anche comportamenti misogini o similari.
Come elemento positivo, si può segnalare che la sicurezza viene percepita globalmente come migliore sui progetti open source rispetto ai software proprietari. Non è però la stessa cosa sul fronte della stabilità, anche se questo non sembra influenzare le preferenze nei progetti. 
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua