Fortinet vuole integrare il controllo di reti e sicurezza

Fortinet vuole integrare il controllo di reti e sicurezza

Accanto alla presentazione della versione 5.6 del sistema operativo FortiOs, si segnala FortiSiem, una soluzione che punta a consolidare le attività di Soc e Noc.

di: Redazione ImpresaCity del 12/01/2017 10:58

Enterprise Management
 
Fortinet ha da poco reso disponibile la versione 5.6 del proprio sistema operativo FortiOs. Già rilasciato in beta dallo scorso autunno, il prodotto estende il supporto della Security Fabric ad access point wireless, switch e sandbox. Il processo avviene attraverso una serie di interfacce che consentono di moltiplicare le integrazioni in maniera multilaterale.
FortiOs 5.6 propone anche una nuova interfaccia utente semplificata, che intende consentire di agire in modo più rapido. Fra le caratteristiche, troviamo nuove rappresentazioni grafiche della topologia di rete e visualizzazioni interattive migliorate per esigenze di audit, analisi o reporting.
Sempre nello stesso contesto, Fortinet ha esteso il proprio ecosistema di partner per la Security Fabric, integrando Cisco, Hpe e Nokia (con Nuage Networks). Queste aziende raggiungono un gruppo che già comprende, fra le altre, Brocade, Centrify, Oracle (via Palerra, acquisita in settembre), SilverPeak e VeriSign.
In chiave evolutiva, il vendor di sicurezza punta a rivolgersi alle imprese già dotate di un centro di controllo della rete (Network Operations Center o Noc), ma che non dispongono delle risorse necessarie per attivare anche una similare struttura dedicata alla sicurezza (Security Operations Center o Soc).
La proposta, in questa direzione, si chiama FortiSiem, una soluzione Noc e Soc all-in-one, che offre la supervisione automatica e in tempo reale della sicurezza, delle prestazioni e della disponibilità dell’infrastruttura. FortiSiem supporta i flussi di informazione sulle minacce esterne e fa leva sui dati raccolti da host e altre componenti dell’infrastruttura. Il tutto a partire dalla rilevazione automatica dell’ambiente, senza passare per un’eventuale database di gestione delle configurazioni (Cmdb).
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota