Microsoft Dynamics 365 rompe la barriera tra Erp e Crm e si integra con Office 365

Microsoft Dynamics 365 rompe la barriera tra Erp e Crm e si integra con Office 365

La nuova suite mette a fattor comune Crm ed Erp, superando la gestione a silos e integrandosi nativamente con Office 365,con l’obiettivo di assecondare le esigenze dei clienti alle prese con la trasformazione digitale

di: Barbara Torresani del 12/12/2016 08:30

Enterprise Management
 
La tecnologia abilita la trasformazione digitale delle aziende, è elemento fondamentale per accelerare le dinamiche di business e competere sul mercato.  E’ in questo disegno che Microsoft colloca la nuova suite Microsoft Dynamics 365, che rompe la logica di suite a silos, quella Crm e quella Erp, per dare vita a un’unica piattaforma di applicazioni business in cloud, in grado di integrare diverse applicazioni per rispondere in modo personalizzato alle differenti necessità di ruoli, funzioni e settori al fine di accelerare la Digital Transformation.
dynamics-365b.jpg
La suite delle next generation Business Applications in cloud mette a fattor comune due mondi - quello Erp e quello Crm - in cui Microsoft negli anni si è fatta spazio e conquistato fette di mercato e si integra in modo nativo con Office, di cui esalta le funzionalità. Un’offerta  quella  Dynamics che nell’ultimo anno in Italia ha registrato una crescita del 63% totale e una crescita del 191% sull’online, con un mercato che cresce del 17%. 
microsoftpaola-cavallero.jpg
Paola Cavallero, Marketing Operation Director, Microsoft Italia
Una nuova piattaforma che, come racconta Paola Cavallero, Marketing Operation Director, Microsoft Italia si colloca nell’alveo della strategia Microsoft che vuole abilitare il successo degli organizzazioni tenendo fede alla propria missione: Engage, Power and Optimize:Microsoft vuole reinventare la produttività e i processi di business in una logica di efficienza ed efficacia; creare più personal computer dove l’accento va sull’elemento personale per abbattere le barriere fra mondo fisico e digitale e costruire la piattaforma cloud intelligente e sicura. Una tecnologia che abilita la trasformazione digitale delle organizzazioni, che permette di ingaggiare al meglio i propri clienti, accrescere il valore dei propri dipendenti, ottimizzare i processi organizzativi e trasformare i propri prodotti che in orizzontale abilita scenari applicativi di trasformazione digitale e in verticale specificità di industry e che ha nel cloud la chiave principale di trasformazione per ripensare la produttività e le applicazioni di business, poggiando su dati, intelligence e security management per spingersi fino all’IoT con l’intelligenza artificiale".
E’ Martina Pietrobon, Dynamics Group Leader di Microsoft Italia, a dettagliare ulteriormente la valenza della nuova piattaforma cloud di applicazioni avanzate, business analytics e IoT, una suite intelligente e componibile di applicazioni in cui Crm ed Erp sonocollegate in un flusso continuo: Sales, Marketing, Customer Service, Field Service, Operations e Project Service Automation. In dettaglio la componente Sales integra funzionalità social e nuove modalità di gamification a supporto degli scenari di vendita e della motivazione dei team, mentre quella for Customer Service consente di trovare informazioni utili in modo più immediato e a ottimizzare i flussi di lavoro gestendo risorse destrutturate all’interno di un’unica area di lavoro. La compontente for Field Service ottimizza la produttività degli operatori impegnati sul campo attraverso una migliore gestione dell’agenda dei tecnici e beneficiando delle informazioni gestite dalla suite IoT così come la parte for Project Service Automation favorisce una gestione strutturata dei progetti mentre Dynamics 365 for Operations, basata sul cuore Erp Ax enterprise e fruibile in modalità SaaS, mette a disposizione funzionalità specifiche per diversi settori - dal retail al manufacturing, dalla PA ai servizi, con versioni localizzate per oltre 40 mercati e fiscalità.
microsoftmartina-pietrobon-microsoft.jpg
Martina Pietrobon, Dynamics Group Leader di Microsoft Italia
Una suite intelligente che incorpora nativamente l’intelligenza artificiale e si distingue per essere purpose-built, concepita per leggere le esigenze del cliente ed adattarsi ad esse, componibile e modulare, nel senso che integra tutti gli elementi costitutivi solo laddove necessario ed esalta la produttività integrandosi nativamente con Office 365. Tutto ciò consente di ottimizzare la collaborazione finalizzandola in modo più efficace al raggiungimento degli obiettivi di business. Le funzionalità di Business Intelligence abilitate dall’integrazione nativa di PowerBI e Cortana permettono di utilizzare insight strategici ai fini delle attività di business, mentre l’integrazione di PowerApps, pone al centro l’utente consentendogli di sviluppare applicazioni role-based così come Microsoft Flow permette di creare workflow per automatizzare i flussi di lavoro.  Una  suite che poggia su un data model comune per l’integrazione delle applicazioni e dei dati alla base di Office 365, in grado di integrare anche applicazioni di terze parti attraverso il marketplace AppSource – con già all’attivo 200 soluzioni - al fine di dare l’applicazione giusta ad ogni esigenza applicativa. “Una grande opportunità per clienti ma anche per i partner – Isv e system integrator - che possono accrescere la loro visibilità in questa vetrina”, afferma Martina Pietrobon. Per la suite in questione è stato studiato un nuovo meccanismo di licensing per singola applicazione: il cliente non è costretto ad acquistare tutta la suite ma i singoli moduli, prevede scaglioni di prezzo a seconda del numero di utenti, e un licensing specifico per il mercato Smb.

Clienti che hanno scelto le Business Applications targate Microsoft 
Network Contacts è un cliente Microsoft che ha intrapreso la strada Microsoft Dynamics 365. Si tratta di una realtà totalmente italiana operante nel settore del Business Process Outsourcing, che, partita nel 2006 a Molfetta come piccola realtà da 400 mila euro di fatturato oggi conta un organico di 3.000 dipendenti e un giro di affair da 52 milioni di euro. Negli anni si è spinta da una gestione tradizionale del customer service a un modello evoluto verso il digitale occupandosi della gestione dei clienti di grandi committenti in una logica di multicanalità e omnicanalità, arrivando oggi a gestire circa 20 milioni di contatti. Come racconta Marco Borgherese, Vice-Presidente e Direttore delle Strategie IT, con Dynamics 365 for Customer Service Network Contacts l’azienda è in grado di supportare i propri clienti nella gestione della customer experience, aumentando la fidelizzazione degli utenti finali e migliorando al contempo la produttività degli operatori. Attraverso Dynamics 365 for Customer Service, gli operatori sono in grado di gestire una maggiore quantità di chiamate e di risolvere più velocemente le problematiche. “Operiamo in un settore estremamente competitivo in cui la dinamica del prezzo è molto forte dove quindi è necessario incrementare efficienza e produttività e prima il Crm Online prima e ora Dynamics 365 ci permettono di raggiungere livelli di efficienza necessari nelle dinamiche aziendali dove la customer operations è fondamentale. Sicuramente però più importante è la possibilità di personalizzare i servizi per assecondare le esigenze e i nuovi bisogni dei clienti. Il focus specifico posto dalla nuova suite sul tema del Customer Service, la capacità di integrazione tra funzionalità diverse e con altri elementi della proposta Microsoft, fanno oggi la differenza, consentendoci al contempo di valorizzare sia l’engagement dei clienti che cercano una relazione personalizzata, multicanale e persistente, sia le nostre risorse interne, chiave del nostro successo, che, messe nella condizione di lavorare meglio possono contribuire a innovare i nostri servizi uscendo dal meccanicismo della gestione del cliente e collaborando alla trasformazione del nostro business”.

dybanycsbis.png
Loacker e Orsero sono invece due realtà che stanno valutando Dynamics 365
per abilitare il processo di trasformazione digitale, avendo già sperimentato il cloud computing targato Microsoft, optando rispettivamente per Dynamics Crm Online e Dynamics AX. Negli anni, la storica azienda fondata nel 1925 da Alfons Loacker si è trasformata da piccola pasticceria regionale a brand conosciuto in tutto il mondo con 850 milioni di pezzi prodotti e un fatturato di oltre 300 milioni di Euro nel 2015, due centri produttivi – Italia e Austria  - ed esportazioni in oltre 100 paesi – 30% Italia, 70% estero. Loacker ha puntato su Dynamics Crm Online, sulla suite di produttività Office 365 e sulla piattaforma cloud Azure, per cogliere le opportunità offerte dal cloud computing, con il vantaggio di poter fare affidamento su una soluzione sempre aggiornata e in grado di rispondere in modo flessibile alle esigenze di business. “L’offerta Microsoft consente di avere applicativi sempre aggiornati e ciò ci permette di dare le nuove funzionalità in tempi molto brevi ai nostri utenti interni. Inoltre, consente di rimanere sugli standard, offre scalabilità in fase di deployment e facilita l’accesso da parte degli utenti esterni sul nostro network”, dichiara Herbert Valentini, Responsabile CRM e customer service in Loacker. A partire dal progetto pilota, il Crm è stato esteso a 150 utenti, ottimizzando la gestione della forza vendita, della rete merchandising e del customer service. 
microsoftdynamics4.png
Interessante in ambito cloud computing anche l’esperienza di Orsero, un gruppo internazionale storico con sede ad Albenga che da oltre 50 anni si occupa di importazione e distribuzione di prodotti ortofrutticoli freschi, con un organico di circa 2.000 dipendenti. In uno scenario di crescita costante e preparandosi al debutto a Piazza Affari, Orsero che controlla oltre 20 società ha deciso di puntare sul cloud per gestire in modo più flessibile la complessità, scegliendo la versione online dell’Erp Dynamics AX, ora Dynamics 365 for Operations, in virtù della grande scalabilità offerta. L’Erp cloud è in corso d’implementazione e abiliterà un controllo centralizzato ma capillare, funzionale all’ottimizzazione dei processi di business di una realtà composita e multinazionale come Gruppo Orsero. La scelta di un Erp integrato è stata fondamentale per supportare le esigenze del Gruppo in questo momento storico in cui sta cambiando faccia e altresì per supportare il grado di complessità sempre maggiore a cui è chiamato. Un Erp quindi estremamente flessibile in grado di assecondare il nostro processo di crescita geografica e dimensionale – accogliendo più società con una gestione centralizzata”, conclude Tommaso Cotto, Chief Operating Officer di Gruppo Orsero.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua