Hpe, come rendere sicuro il DevOps

Hpe, come rendere sicuro il DevOps

L'Application Security and DevOps Report 2016, evidenzia la necessità di una integrazione tra sicurezza e i team DevOps in ambito aziendale

di: Redazione del 28/10/2016 10:37

Enterprise Management
 
Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha pubblicato l’Application Security and DevOps Report 2016, un nuovo studio che sottolinea la necessità di una sempre più stretta integrazione tra la sicurezza e i team DevOps in ambito aziendale. 

Il report HPE esamina da vicino le sfide che molte organizzazioni affrontano per riuscire a integrare la sicurezza nelle attività dei team DevOps, fornendo consigli utili per rafforzare i relativi programmi. Secondo lo studio, basato su informazioni quantitative e qualitative fornite dai professionisti delle IT operation, responsabili della sicurezza e sviluppatori, il 99% degli intervistati concorda sul fatto che l'adozione di una cultura DevOps possa fornire l'opportunità di migliorare la sicurezza applicativa. Solo il 20% di essi, tuttavia, effettua test della sicurezza applicativa durante la fase di sviluppo, mentre il 17% non utilizza alcuna tecnologia per proteggere le proprie applicazioni segnalando in questo modo un distacco tra percezione e realtà del DevOps sicuro.

hp-fortify-software-security-assurance-wp.jpg
“La nostra ricerca dimostra quanto i responsabili della sicurezza e gli sviluppatori credano che il DevOps disponga di tutto il potenziale per apportare miglioramenti significativi alla sicurezza delle applicazioni, nonostante le aziende mostrino ancora incertezza nel comprenderne le reali opportunità”, ha dichiarato Jason Schmitt, vice president e general manager, HPE Security Fortify di Hewlett Packard Enterprise.

“Grazie alla comprensione dello stato attuale del DevOps e a best practice utili ad integrare la sicurezza nella cultura aziendale, le organizzazioni possono proteggere efficacemente il software nel nuovo contesto DevOps beneficiando della velocità e delll'agilità che questa metodologia garantisce”.

Principali risultati dello studio
La metodologia DevOps offre grandi potenzialità di sviluppo sicuro del software e consente alle aziende di individuare e neutralizzare più facilmente le vulnerabilità nel ciclo di sviluppo applicativo risparmiando così tempo e denaro. L'Application Security and DevOps Report 2016 ha tuttavia rilevato ostacoli e lacune che impediscono alle aziende di integrare con successo sicurezza e DevOps: 
  • Barriere organizzative tra professionisti della sicurezza e sviluppatori. Il report evidenzia un gap significativo tra sviluppatori e team preposti alla sicurezza: in alcuni casi gli intervistati hanno persino ammesso di non conoscere nemmeno i propri colleghi responsabili della sicurezza. Infatti, il 90% dei professionisti in ambito sicurezza ha dichiarato che l’adozione di DevOps ha reso più difficile l'integrazione della sicurezza applicativa.
  • Mancanza di consapevolezza, attenzione e formazione per gli sviluppatori. L’analisi di oltre 100 offerte d'impiego per sviluppatori software pubblicate da aziende Fortune 1000 ha rivelato come nessuna di esse prevedeva tra le competenze richieste conoscenza ed esperienza in ambito security o nella scrittura di codice sicuro.
  • Mancanza di talento nella sicurezza applicativa. Lo studio ha eidenziato la presenza di un solo professionista esperto di sicurezza applicativa tra le 80 aziende esaminate nell’ambito dello studio. La limitata presenza di personale dedicato alla sicurezza, abbinata ad un ciclo di sviluppo sempre più rapido, rende estremamente difficoltosa l’attività di sviluppo sicuro.
Secondo HPE La sicurezza dovrebbe essere integrata in ogni fase del processo di sviluppo, con il supporto esecutivo e metriche che assegnino ai team la responsabilità dello sviluppo sicuro. La soluzione che viene proposta è  HPE Fortify Ecosystem che permette alle aziende di integrare la sicurezza in modo completo nella toolchain DevOps permettendo agli sviluppatori di collaudare e proteggere le applicazioni in modo trasparente e intuitivo durante il ciclo di vita dello sviluppo software.
Tag notizia:

Potrebbe anche interessarti:

 

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua