Il ruolo dei Cio nello sviluppo dell'impresa

Il ruolo dei Cio nello sviluppo dell'impresa

In base a uno studio commissionato da Emc, l'introduzione di nuove tecnologie innovative porta con sé il timore di una certa marginalizzazione decisionale.

di: Redazione ImpresaCity del 29/08/2016 14:25

Enterprise Management
 
Sette Cio su dieci mette in evidenza come la crescita della propria impresa accentui i loro punti deboli, soprattutto in una fase storica nella quale le decisioni legate all’It vengono prese in misura crescente dai manager del business.
La tendenza viene posta in evidenza da uno studio commissionato da Emc sul tema dei cambiamenti attitudinali della funzione informatica all'interno delle imprese. Nel momento in cui la tecnologia investe il complesso dell'azienda, numerose sfide e pressioni pesano sui Cio. Essi devono, in particolare, saper giudicare quale posto riservare all'informatica tradizionale di fronte all'introduzione di tecnologie innovative.
Le imprese hanno bisogno di soluzioni che si integrino pienamente nella propria attività, con una scalabilità e una reattività senza precedenti. L'informatica deve poter gestire volumi crescenti di dati prendendo in considerazione il carattere imprevedibile degli sviluppi, i bisogni variabili dei clienti e le pressioni di mercato. In base allo studio di Emc, numerosi Cio dubitano della capacità delle proprie infrastrutture e dei team a disposizione di rispondere alle necessità di lungo termine, nella misura in cui la tecnologia si diffonde in tutti i settori dell'azienda. 

Lo sviluppo di capacità di adattamento e di reattività

Il ruolo principale dell'informatica tradizionale, legato alla gestione delle attività correnti, lascia poco tempo di pensare all'innovazione. Sotto pressione e isolati, i Cio si trovano a confrontarsi con attese sempre più stringenti, interferenze con altri collaboratori e assenza di un vero terreno d'intesa con gli altri membri del consiglio direttivo. Nei fatti, due terzi di loro, ma anche un po' più della metà degli altri dirigenti, stimano che le strutture It continuino a lavorare in modo isolato rispetto al resto dell'azienda.
Tre quarti dei Cio dichiarano che, entro i prossimi cinque anni, dovranno occuparsi del lancio di nuovi prodotti, servizi e software applicativi in modo due volte più veloce rispetto a oggi. Tuttavia, il 69% lamenta che la crescita dell'azienda accentui i punti deboli dell'informatica esistente, richiedendo una capacità di adattamento e di reattività senza precedenti.
Nel 39% delle aziende interpellate, le priorità informatiche sono fissate da funzioni diverse rispetto all’It e alla produzione, in particolare dal marketing (11%) e dalle vendite (10%). Questa sconnessione si riflette a livello di direzione, poiché il 58% dei Cio è persuaso di avere globalmente il controllo sull'informatica, mentre solo il 14% degli altri dirigenti la pensa allo stesso modo. Inoltre, tanto i responsabili It quanto gli altri membri della direzione ritengono di essere il principale motore del cambiamento, mentre i loro colleghi spesso rappresentano un freno.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota