Cresce l'apprezzamento per le infrastrutture convergenti

Cresce l'apprezzamento per le infrastrutture convergenti

Un'indagine condotta da Idc testimonia come siano gli utenti ad apprezzare le caratteristiche di preconfigurazione, scalabilità e rapidità di implementazione.

di: Redazione ImpresaCity del 13/07/2016 09:10

Enterprise Management
 
Di fronte la tradizionale organizzazione in silos, che frena da diversi anni l'efficienza delle imprese, iniziano a farsi largo le infrastrutture convergenti. Questi insiemi di hardware e software integrati e preconfigurati per accelerare la disponibilità delle nuove applicazioni che dovranno ospitare sembrano in grado di offrire alle imprese una base agile e scalabile sulla quale far leva per costruire nuovi processi di business o lanciare i servizi innovativi.
La conferma arriva dallo studio di Idc intitolato “L’organizzazione pronta per il futuro”. La società di ricerca ha interrogato oltre 2500 professionisti informatici nel mondo per provare a identificare i vantaggi legati a questo nuovo tipo di proposizione.
Il beneficio maggiormente citato riguarda la riduzione dei costi di sfruttamento e manutenzione. La possibilità di amministrare l'insieme delle risorse informatiche con un'unica interfaccia e di automatizzare un buon numero di task senza grande valore aggiunto riduce inevitabilmente il tempo passato a gestire l'infrastruttura e migliora, di conseguenza, la produttività dei team. Questo permette anche di aumentare il tasso di utilizzo di ogni risorsa, con correndo così a diminuire il Tco.
Analizzando altri dettagli dello studio, emerge che l'utilizzo della convergenza può essere molto diversa a seconda delle aziende. In particolare, le organizzazioni identificate come “costruttrici del futuro” sono quelle che traggono benefici operativi più consistenti. Oltre la metà di queste vedono la possibilità di liberare tempo per le strutture informatiche, utile per concentrarsi sull'innovazione piuttosto che sulla manutenzione dell'esistente. Questa percentuale scende al 22% nella categoria di realtà “concentrate sul presente”. Più che un evoluzione tecnica o un semplice vettore di risparmi, la convergenza appare come uno strumento utile per guadagnare agilità è un'opportunità per mettere l”It al servizio della produttività del business.
In quale modo le aziende più proiettate nel futuro raggiungono i migliori risultati? Una delle chiavi risiede nella conoscenza precisa dell'utilizzo che le linee di business fanno dei sistemi informativi. Queste realtà misurano più rigorosamente l'utilizzo delle infrastrutture. In questi casi, si nota anche un maggiore allineamento fra l'implementazione di nuove risorse e le necessità del business. Il 37% delle aziende orientate sul futuro aggiornano le infrastrutture dei propri data center per rispondere a bisogni specifici, mentre per le realtà concentrati sul presente la percentuale scende al 24%. Chi si trova più allineato e anche in grado di prevenire meglio quando sarà necessario intervenire sulla capacità ed essere più reattivi.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota