I Cio sognano un ruolo più strategico

I Cio sognano un ruolo più strategico

Da uno studio condotto da Kpmg in 80 paesi, emerge che due Responsabili It su tre si vedono al centro dei futuri sviluppi virgola ma la realtà non è ancora allineata.

di: Redazione ImpresaCity del 07/07/2016 18:14

Enterprise Management
 
Due Cio su tre si proiettano verso un ruolo più strategico in azienda, in base allo studio The Creative Cio, realizzato da Kpmg e Harvey Nash su un campione di 3000 responsabili informatici di 80 diversi paesi.Solo un terzo, tuttavia, risponde direttamente al presidente è appena il 60% siete nei comitati di direzione o esecutivi. In sostanza, il progresso c'è, ma non riflette ancora il ruolo essenziale che dovrebbe giocare un Cio all'interno della propria realtà. Se la trasformazione digitale è in corso, in diversi casi il management probabilmente non ancora del tutto compreso quale sia il ruolo delle tecnologie per il futuro della propria azienda.
La funzione del Cio vieni oggi considerata più trasversale e creativa, con l'obiettivo primario di rompere i silos storici. I responsabili interpellati hanno individuato quattro fattori chiave per il successo, ovvero una chiara strategia digitale, un direttore generale coinvolto, una cultura innovativa è flessibile e, infine, personale orientato al digitale.
Se deve crescere il coinvolgimento nelle problematiche strategiche di un'azienda, anche le priorità devono cambiare. I direttori generali oggi sembrano privilegiare soprattutto progetti in grado di generare business (63%) piuttosto che permettere semplicemente di risparmiare sui costi (37%).
La sfida principale per i Cio appare legata alla loro capacità di rendere l’organizzazione più agile, in un contesto dove il business va sempre più veloce e i tempi di produzione e rilascio devono essere ridotti. Per il 27% del campione, l'innovazione passerà soprattutto per la creazione di nuovi servizi e partnership e non per una rivoluzione di quanto oggi esistente.
Le aziende stanno sviluppando sempre più una strategia digitale, ma spesso non sono i Cio a controllarla integralmente. In crescita appare soprattutto il ruolo del Chief Digital Officer, con un'impresa su cinque che si è dotata di questa figura, un dato che triplica quello registrato nel 2014.
Fra gli altri risultati emersi dallo studio di Kpmg, si può notare come la cybersecurity sia sempre al centro delle preoccupazioni, tant'è vero che un terzo dei Cio ha dovuto fronteggiare una penetrazione nei sistemi informativi negli ultimi due anni.
Le competenze digitali si stanno sviluppando, ma non sono allineate alle reali esigenze delle aziende, tuttavia l’outsourcing può risolvere le emergenze. Da notare, infine, come nel campione sia presente solo un 9% di donne virgola una cifra chiaramente ancora insufficiente ma comunque in crescita rispetto a due anni fa.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota