La virtualizzazione delle reti si estende alle Wan

La virtualizzazione delle reti si estende alle Wan

Idc prevede una crescita annuale media del 90% per le vendite di soluzioni e servizi di Sd-Wan nei prossimi cinque anni.

di: Redazione ImpresaCity del 13/04/2016 11:55

Enterprise Management
 
Il numero sempre più importante di applicazioni ospitata in cloud e gli utenti che vi accedono attraverso terminali mobili sta provocando una accelerazione degli sviluppi tecnologici nel campo delle reti estese. Al punto che la giovane industria del Software Defined Wan (Sd-Wan) dovrebbe conoscere, secondo Idc, una crescita annuale media del 90% fino al 2020. Quest'anno il volume d’affari dovrebbe raggiungere i 600 milioni di dollari per salire già a 1,4 miliardi di dollari il prossimo anno e arrivare a 6 miliardi di dollari fra quattro anni.
Il concetto di Software Defined Network (Sdn) si è imposto come opportunità significativa per la creazione di data center più agili. Fino a oggi, tuttavia, le Wan non avevano conosciuto un paragonabile livello di interesse. Fondamentalmente, il concetto si basa sull' applicazione di tecnologie Sdn alle reti estese.
La Wan ibrida può essere considerata anticipatrice del passaggio alle Sd-Wan. Il procedimento consiste nel aggregare diversi tipi di connessioni di rete presenti nelle imprese (Mpls, 3G/4G, fibra e così via). Sd-Wan riprende quest'idea, migliorandola con l'aggiunta di un controller di applicazioni centralizzato, uno strato software e funzioni analitiche.
Secondo Idc, si tratta di un'evoluzione che presenta vantaggi importanti in termini di economie sui costi legati a Mpls e permette di semplificare automatizzare le operazioni sulle Wan, oltre a migliorare la gestione del traffico legato alle applicazioni. Tutte le aziende che fanno un utilizzo importante del SaaS o delle comunicazioni unificate e possiedono diverse filiali o collaboratori mobili possono essere candidati potenziali per l'utilizzo di Sd-Wan.
L'offerta tipica è composta da un insieme di infrastrutture di routing e di ottimizzazione integrate con controller di gestione delle regole e software di amministrazione degli strati di rete. Diventa così più semplice assicurare che i flussi di rete generati da una Vpn o da Mpls abbiano la priorità su quelli legati ai video o ai social media.
Per ora si tratta di un mercato presidiato soprattutto da fornitori specializzati o startup, ma Idc prevede che tra 15 e 20 operatori possono lanciarsi in servizi Sd-Wan complementari a quelli già offerti con la tecnologia Mpls. Cisco, Alcatel Lucent, Citrix o Riverbed sono fra i nomi che potrebbero presto approfittare del potenziale di questo mercato.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota