La memoria persistente dei server Hpe

La memoria persistente dei server Hpe

La gamma ProLiant Gen9 integra una tecnologia che intende combinare i vantaggi delle memorie Ram e Flash.

di: Redazione ImpresaCity del 06/04/2016 09:22

Enterprise Management
 
Hewlett-Packard Enterprise ha lanciato alcuni nuovi sistemi che integrano una tipologia di memoria detta persistente, che associa caratteristiche tipiche delle tecnologie Flash (persistenza dei dati) e Ram (rapidità).
La gamma Hpe ProLiant Gen9 introduce una serie di innovazioni nel campo dell'elaborazione, progettate soprattutto per aumentare le prestazioni in ambienti infrastrutturali ibridi. Un primo livello di ottimizzazione deriva dall'utilizzo delle componenti di memoria Hpe 8Gb Nvdimm, basate sulla tecnologia standard Nvdimm, elaborata da organismi di standardizzazione come Jedec e Snia. Il costruttore ha integrato anche un'alimentazione secondaria attraverso Smart Storage Battery, che permette di alimentare fino a 16 Nvdimm, allo scopo di allocare i dati di una Dram verso una memoria Flash in caso di interruzione dell'alimentazione.
I sistemi ProLiant Gen9 sono basati sulla nuova piattaforma Intel Xeon, che può supportare fino a 22 core con velocità di memoria da 2400 Mt/s e integra avanzate funzioni di virtualizzazione. Sono inoltre presenti i dischi Hpe Nvme Ssd, che offrono fino a 2 TB di storage, oltre a una tecnologia di autenticazione intelligente basata sulla specifica Tcg Trusted Platform Module 2.0.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota